A Tutta Torba : la Scozia e i suoi Whisky conquistano Roma!

4 dicembre 2017 | commenti: Commenta per primo |

A Tutta Torba!

A Tutta Torba ha inebriato i presenti, Laphroaig e tanti altri whisky hanno conquistato i palati degli appassionati, tutti decisamente soddisfatti per la seconda finestra dedicata ai ‘torbati’ di Spirit of Scotland. Per il secondo anno consecutivo, infatti, l’esperimento di A Tutta Torba è decisamente riuscito, in una location, il Chorus Cafè, decisamente accogliente, anche se i numeri cominciano forse a richiedere qualcosa di più di “one afternoon shot”.

andrea-fofi-spirit-of-scotland-a-tutta-torba

Andrea Fofi – Spirit of Scotland

“Vediamo”, ci dicono soddisfatti gli organizzatori, tra cui Andrea Fofi, il deus ex machina della manifestazione che ci dichiara: “Un grande successo questa edizione, d’altronde lo dice tutto questo pubblico intorno a noi. Ringraziamo Laphroaig per la collaborazione, la partecipazione ed averci sostenuto sia con il cocktail bar che con lo spazio. La torba come vedi va benissimo, è un prodotto che interessa molto, ha molto mercato e noi italiani siamo amanti del whisky torbato. Per noi questo è un omaggio al Natale, un piccola Spirit of Scotland fatta in casa, siamo contentissimi. Appuntamento alla terza edizione, ma prima ci sarà la settima edizione del Rome Whisky Festival – Spirit of Scotland, 3 e 4 marzo al Salone delle Fontane dell’Eur e poi già occhio al 2019 con grandi novità. Davvero grandi!” .

La nostra fotogallery

I Protagonisti dell’edizione 2017

A Tutta Torba insomma è tornato protagonista nella Capitale grazie a questa intera giornata dedicata interamente ai whisky torbati con centinaia di etichette, bottiglie rare, l’area food con Trapizzino, i viaggi nelle distillerie scozzesi, un collector’s corner e il Laphoraig Cocktail Bar con quattro bartender d’eccezione e cocktail inediti. Grande risalto infatti è stato dato al Laphroaig Cocktail Bar, partner esclusivo della manifestazione, con i cocktail inediti preparati a base di questo eccezionale whisky scozzese da guest bartender d’eccezione quali Federico Tomasselli del Porto Fluviale, Ercoli e Sant’Alberto al Pigneto, Gianluca Melfa dell’Argot, Solomya Grystychyn del Chorus Cafè e Camilla Di Felice del Jerry Thomas Speakeasy.

Spazio anche al cibo, con le eccellenze dei Trapizzini abbinati ai propri torbati preferiti eall’area dedicata ai viaggi in Scozia per distillerie grazie alla presenza di Tiuk Travel. Per i collezionisti, fantastico il collector’s corner con una trentina di bottiglie rare di whisky tra cui spiccavano un Bowmore Delux Bot. 1970s 43%, un Port Ellen del 1978 6th Release 54.3% e un Ardbeg del 1974 26yo Silver Seal 40%.

Appuntamento a marzo con il Rome Whisky Festival – Spirit of Scotland!

Testi di Lorenzo Sigillò e © foto di Barbara Donzella per Tablet Roma

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *