Camminare? Lo Smartphone dice che lo facciamo poco

30 agosto 2017 | commenti: Commenta per primo |

Camminare e correre

camminare 1Camminare? Poco. Di solito scriviamo di corsa, ma abbiamo deciso di darvi un turno di riposo. Visto che ha fatto tanto caldo, vi sarete presi una pausa e intanto vi diciamo di non perdervi il prossimo numero di Tablet Run dedicato a come riprendere gli allenamenti dopo le vacanze.

Ma intanto volevamo suggerirvi almeno di cominciare a muovervi un poco, a camminare ad esempio. Ma ci siamo imbattuti in uno studio di Nature e quindi abbiamo deciso di tirarvi le orecchie.

Smartphone Traditorecamminare 6

Cari italiani, non solo non correte, ma neanche camminate! Chi lo dice? Il vostro caro amico smartphone. Il prolungamento della vostra mano vi ‘tradisce’ e ci dice che la media giornaliera mondiale è di 5mila passi e l’Italia è appena sopra a questa asticella. Siamo lontani insomma dai 10/15mila consigliati per essere indicati come “in salute”. I ricercatori dell’Università di Stanford, in California, hanno fotografato l’attività di 717 mila persone in 111 paesi al mondo per 95 giorni, con lo scopo di cercare di mirare dove puntare gli sforzi per la lotta all’obesità ed a i problemi di salute: la sedentarietà uccide ogni anno 5 milioni di persone al mondo.

Lo studio di Stanford pubblicato su “Nature”

Sulla base di questo, pessima figura italica con un risultato medio di 5.296 passi ogni giorno contro i 7mila degli abitanti di Hong Kong, i migliori camminatori. Fanalino di coda le Filippine, all’ultimo posto con 4 mila passi.

camminare-8Dicevamo dello Smartphone, il contapassi che ha rilevato i movimenti grazie alla sua presenza nei paesi sviluppati (70% degli adulti lo possiede) ma anche in quelli considerati emergenti (50%). L’applicazione utilizzata con l’aiuto di gps ed accelerometro è stata Azumio Argus.

Ad incidere sul camminare, sono poi altri parametri come l’indice di pedonabilità ovvero quanto poi effettivamente una città sia conforme o progettata a misura di uomo nonché le disuguaglianze del tipo di attività lavorativa o comunque sociali.

Insomma, come dicevano i Righeira, l’estate finendo e un anno se ne va… tra poco il clima sarà temperato e non avrete più scuse, potrete tornare a correre con noi o almeno a camminare e muovervi col vostro ‘traditore’ in tasca.

di Lorenzo Sigillò

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *