Escursione in mountain bike. Un viaggio dentro di sè

4 ottobre 2017 | commenti: Commenta per primo |

Quando mi perdo … Mi ritrovo

… un’ escursione in mountain bike

Nel mondo di oggi siamo tutti molto presi, non abbiamo certo tempo da perdere e quindi, quando ci spostiamo, che sia per lavoro o per diletto, scegliamo sempre il modo più veloce per farlo.

Eppure non sono così lontani i tempi in cui la gente si imbarcava su navi a vela mettendo in preventivo lunghissime e spesso faticose traversate.

Oggi, se ci fate caso, ci si sposta dal punto A al punto B quasi in apnea, come se il viaggio fosse un inevitabile perdita di tempo.

E’ vero che si coprono senza sforzo enormi distanze, tuttavia, se ci riflettiamo, abbiamo perso quasi tutto il piacere ed il senso dell’ avventura che i nostri antenati provavano andando appunto dal punto A al punto B.

Quello che voglio dire è che se voglliamo goderci appieno un viaggio è necessario riconsiderare quello che accade tra questi due punti.

Non sempre questo è possibile, ma se ne abbiamo l’ occasione, perchè non raggiungere la nostra destinazione ad esempio su una barca a vela, o perchè no su una mountain bike?

Il tempo libero, visto che ne abbiamo sempre meno, a mio avviso va usato al meglio e da velista di vecchia data, vi confesso che la parola destinazione, per me acquista sempre meno significato.

Non è un caso che dopo tanti anni in barca, mi sia legato ad uno sport come la mountain bike. Le sensazioni non sono poi così diverse; perdere il senso del tempo e delle distanze è un buon rimedio naturale per noi bipedi moderni, che non ci fermiamo mai.

022

Qualche volta però, è opportuno almeno rallentare.

Per farlo, prima di tutto scegliamo un mezzo più lento, una barca a vela oppure una mountain bike, in modo da concentrarci con maggior attenzione su ciò che ci circonda e puntiamo, magari senza una meta precisa, a goderci il viaggio.

Ovviamente questo mio ragionamento trova difficile applicazione in quelli lunghi, di viaggi, ma nella vita di tutti i giorni, quando abbiamo del tempo libero, fare una lunga passeggiata o una pedalata per i boschi “dimenticando” l’ orologio o il cellulare, ebbene è fortemente liberatorio.

Il tour

Un sabato pomeriggio di questo finale di estate, con il gruppone di Avventure in Bici, arriviamo ai margini del parco di Castel di Guido, dopo averlo percorso in lungo e in largo. La giornata è splendida e l’ energia nelle gambe c’ è ancora; quello che manca è la voglia di tornare a casa.

Così cominciamo a pedalare senza meta sulle strade sterrate nei dintorni di Maccarese, costeggiando vigneti spettacolari ed aziende agricole, alcune di esse abbandonate e oramai preda della vegetazione. A velocità moderata, tutti insieme, chiaccherando del più e del meno come se la giornata non dovesse terminare mai.

Quando arriviamo al castello di Torreinpietra il sole è basso sull’ orizzonte, cominciamo ad essere stanchi ma abbiamo tutti quella sensazione di benessere propria delle persone adulte quando riescono a rilassarsi in maniera naturale e completa.

Percorrere queste campagne immense e silenziose, lontano dagli orari e dagli impegni di tutti i giorni è come sempre un toccasana che non costa nulla e non ha effetti collaterali.

Una delle cose che amo di più di questo sport è che anche pedalando insieme ad altre persone ci sia comunque lo spazio per perdersi nei propri pensieri.

Questo mi dà modo di ritrovare le mie energie ed il mio equilibrio e non è raro che in queste situazioni riesca a vedere la soluzione a qualche mio problema o preoccupazione.

Sembra un gioco di parole, ma forse è proprio vero: per potersi ritrovare…prima è necessario perdersi.

di Luca Carlo Santagà

ste_1332

Accompagnatore MTB, organizza escursione in mountain bike nel Lazio.

amibike.com/amibike/maestri-accompagnatori-cicloguide/lazio

Per ulteriori informazioni 347 0704344 – Avventure-in-bici

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *