Il car sharing del futuro secondo Jaguar

27 settembre 2017 | commenti: Commenta per primo |

Il noto marchio automobilistico ha presentato al Tech Fest di Londra la sua particolare versione del car sharing del futuro: la cloche intelligente

Presto il concetto di car sharing che si sta imponendo negli ultimi anni potrebbe aggiornarsi con altre novità.

La casa automobilistica Jaguar, infatti, ha presentato al Tech Fest di Londra, che si è tenuto dall’8 al 10 settembre, una nuova idea di car sharing, basata sul volante intelligente.

sayer

Il nome è Sayer: una cloche che integra al suo interno, un sistema di intelligenza artificiale in grado di rendere più performante l’esperienza di guida.

Sayer “parla”

Quello che Jaguar ha immaginato con Sayer è un volante in grado di riconoscere il proprietario dell’automobile, i suoi impegni giornalieri, le sue preferenze e adeguare l’esperienza di guida di conseguenza. Sayer è letteralmente “colui che parla” – anche se prende il nome più propriamente dal designer Malcolm Sayer. Comprende diversi comandi e riesce a rispondere alle richieste che gli vengono fatte. La cloche smart è equipaggiata sul modello Future Type, anch’esso presentato al Tech Fest, e ha del tutto stregato il pubblico. Metallico e dalla forma ovoidale, Sayer gestisce i calendari con gli appuntamenti impostando automaticamente le notifiche, monitora il traffico, imposta sveglie.

Molti potrebbero controbattere con il fatto che molti assistenti digitali presenti sui nostri smartphone già hanno queste funzionalità. Però bisogna ammettere che un volante intelligente non è una cosa così comune.

2017-jaguar-future-type-concept-sayer-08

 

Gli sviluppi futuri

Jaguar si è voluta accodare ad altre case automobilistiche sulla scia dei futuri sviluppi in questo campo. Un’ipotesi di quello che ci aspetta l’abbiamo vista con le idee visionarie di Elon Musk, prima con l’Autopilot di Tesla Motors, poi con i tunnel sotterranei.

Si stima che entro il 2030 il 15% dei veicoli venduti apparterrà alla categoria delle auto a guida autonoma. Presto le auto si guideranno da sole. Noi dovremo solo sederci e impostare la destinazione. E infatti l’idea di Jaguar è quella di creare un volante che non solo sia intelligente, ma che sia anche l’unico elemento di proprietà di un’automobile. Perché infatti Sayer si potrà staccare dalla vettura, e portare liberamente a casa. Sarà l’unico oggetto di proprietà che resterà. Quando vorremo guidare un’auto porteremo direttamente il volante con noi.  Lo inseriremo nel veicolo da noi prescelto, di volta in volta diverso e a disposizione di tutti gli utenti.

thumbnail

Il car sharing a quel punto avrà raggiunto la sua massima ascesa.

 

di Simona Gitto

se ti interessano articoli sulla tecnologia clicca qui

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *