Le Terme. Acqua e fuoco a portata di mano

15 novembre 2017 | commenti: Commenta per primo |

Un riposo senza tempo a cui abbandonarsi tra percorsi sensoriali, immersioni termali e cibi tradizionali

Terme. Fuoco e acqua! L’elemento principe con cui l’uomo ha da sempre stabilito un rapporto simbiotico per natura e per necessità e a cui, da sempre,  ha riconosciuto un valore culturale di salute e benessere. Ne siamo composti per il 60%  e la ricerca delle proprietà terapeutiche di cui l’acqua gode è una delle peculiarità che contraddistingue questo rapporto sia dal punto di vista scientifico che spirituale.

Non è un caso che i romani abbiano elevato l’uso dell’acqua a fenomeno sociale di grande rilevanza attraverso l’ideazione delle Terme. L’igiene e la saluta pubblica rivestivano infatti un aspetto molto importante nell’organizzazione della comunità. Da un iniziale uso delle acque fredde  in luoghi aperti, le Acquae Albulae, si è  arrivati in età imperiale a strutturare gli spazi in edifici termali molto simili agli attuali centri benessere, ambienti riscaldati alla portata di tutti.

 

Dove possiamo goderci qualche giorno di meritato riposo, coccolati da getti di acqua calda e da mani esperte, senza allontanarci troppo da Roma?

La Toscana offre diverse opportunità di svago termale per tutti i gusti e  per tutte le tasche.

La bellezza dei luoghi unitamente alla squisita accoglienza dei toscani sono un connubio eccellente per rilassarsi appagando anche il gusto oltre che il corpo. Un riposo senza tempo a cui abbandonarsi tra percorsi sensoriali, immersioni termali e cibi tradizionali serviti nello scenario delle splendide colline circostanti. In questi luoghi si può usufruire di molti servizi alternativi quali i classici percorsi a cavallo, in mountain bike e in alcune offerte anche gite su auto d’epoca.

Uno dei centri termali più all’avanguardia e più In è l’elegante Fonteverde Tuscan Resort & Spa, Terme di Toscana, tra le colline meravigliose della Val d’Orcia, provincia di Siena, uno dei luoghi più belli del nostro Paese. Un antico palazzo rinascimentale finemente restaurato nel 2000, immerso nella natura della campagna senese, si affaccia sull’antico borgo di San Casciano de’ Bagni le cui acque millenarie servono le piscine della moderna struttura.

Numerose sono le proposte e i pacchetti offerti dalla Spa, già pronti per Natale e Capodanno e  dettagliate sul sito www.fonteverdespa.com

Salendo più a Nord verso Siena incontriamo le Terme di San Giovanni a Rapolano, stabilimento termale a conduzione familiare e con costi più contenuti. Offre oltre alla qualità delle sue acque dagli effetti benefici, una molteplicità di servizi orientati al miglioramento del nostro benessere fisico e spirituale. Situate tra le colline delle crete senesi le terme offrono un paesaggio suggestivo da cartolina.

Sempre in Toscana, in provincia di Grosseto, ecco le famose Terme di Saturnia, storico ed elegante stabilimento termale le cui acque da circa 3000 anni arrivano direttamente dalla pendici del Monte Amiata alla temperatura costante di 37°C. Bagno primordiale di vapori sulfurei.

Terme nell’Alto Lazio

Ma anche nell’Alto Lazio troviamo luoghi come le Terme di Stigliano, nei pressi del Lago di Bracciano. Precisamente a Canale Monterano dove una storica residenza gentilizia è da sempre adibita a stabilimento termale ospitando Grand Hotel e Centro benessere.

Verso Viterbo sono rinomate le Terme dei Papi, così battezzate da Papa Niccolò V che trovò in queste acque un tale beneficio nelle cure dei suoi mali. Nel 1450 fece costruire sul posto uno splendido palazzo chiamato ‘Bagno del Papa’.

Cristina Anichini

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *