Notte Bianca, Donne senza Confini

4 ottobre 2017 | commenti: Commenta per primo |

Notte bianca alla Casa Internazionale delle Donne

Notte bianca ma non solo. Quando si toccano le corde del mondo delle donne, il rischio è quello di andare dritti sulla retorica dei casi di cronaca dei nostri tempi. Ma se è importante denunciare qualsiasi sopruso, lo è altrettanto seminare costantemente la sensibilità culturale nei confronti delle donne.

locandinaÈ per questo che esistono realtà che lavorano quotidianamente in questo senso, come La Casa Internazionale delle Donne, uno spazio unico al mondo sito in Via della Lungara a Trastevere, nel cuore di Roma.  Qui si favoriscono gli incontri, le relazioni internazionali, la promozione dei diritti, della cultura, delle politiche, dei saperi e delle esperienze prodotte dalle donne e per le donne.

La Casa è situata nel complesso monumentale già denominato Buon Pastore (fin dal ‘600 adibito a reclusorio femminile), destinato dal 1983 a finalità sociali, con particolare riguardo al mondo in rosa.

Frequentata da oltre 30.000 donne l’anno, in realtà è stata simbolo di eventi al femminile fin dagli anni settanta ed oggi prosegue le sue attività con la forza e la costanza delle associazioni e delle donne che la vivono. La Casa è infatti un insieme di associazioni, una piazza che ospita eventi di politica, musica, arte e spettacolo, un ristorante (Ristrò L’Una e l’Altra), una foresteria, un centro congressi, un giardino di permacultura, una biblioteca (Archivia), insomma una casa, come dicono loro stesse, da cui si parte e dove si ritorna.

La Notte Bianca

Il desiderio di far crescere l’attenzione e l’informazione ha portato, tra le altre cose, alla serata evento del 30 settembre scorso, la “Notte bianca, Donne Senza Confini.” Aperta a tutti, la nottata ha visto susseguirsi 40 eventi nelle sale interne e negli spazi esterni della Casa, sul tema “La CASA oggi, la CASA che vorrei, un bene comune che può migliorare con il contributo di tutta la città”.

Tante le proposte che si sono susseguite di teatro, poesia, musica, conferenze per adulti e laboratori per bambini, djset, proiezioni e danza. Tra le iniziative, la cantautrice jazz Chiara Civello è stata special guest dell’evento, così come preziosa la presenza della regista Karen Di Porto del film “Maria per Roma”.

Decine le realtà presenti, da Cora a Essere Donna, da Azucar alle Donne Brasiliane in Italia, all’Udi Romana La Goccia, fino a Forma Liquida e Assolei e molte altre.

Tra le associazioni esterne più impegnate della Notte Bianca, c’è stato il Circolo Letterario Bel-Ami (www.bellami.it), che ha abbracciato l’evento con tutta la forza culturale delle sue donne e non solo.

.notte-bianca

Il Circolo Letterario Bel-Ami

Il Circolo è un associazione che realizza e valorizza ogni anno tanti progetti culturali nei settori della letteratura, del teatro, della pittura e dell’arte in genere, promuovendo e organizzando mostre, seminari, dibattiti, reading, conferenze e concorsi letterari.

Il Bel-Ami ha condiviso gli intenti dell’evento de La Casa Internazionale delle Donne arricchendo di avvenimenti la serata trasteverina. Dalla gara “Poetry Slam”, alle performance teatrali ed artistiche come quella di Barbara Lalle, fino ai reading poetici e letterari impreziositi dall’arpista Chiara Evangelista, eccezionale artista poliedrica del Conservatorio di Santa Cecilia.

Orgoglioso della sua Notte Bianca, il Circolo non è solo a connotazione femminile, come dimostra il ricco programma dei suoi lavori. Sono in corso, infatti, laboratori di narrativa e di poesia aperti a tutti nonché un calendario di incontri dedicato al cinema, che vi consigliamo particolarmente per dedizione nei contenuti. Ad esempio, il prossimo ciclo sarà dedicato a sette registi della commedia all’italiana da Corbucci a Salce a Nanni Loy, dal titolo “Al Diavolo la Celebrità”. Ogni primavera si celebra invece il “Festival dell’Autore – Dieci Lune”, ideato per valorizzare e formare talenti artistici nel campo letterario, musicale, cinematografico, teatrale e delle arti visive.

Ma dicevamo della Notte Bianca dedicata alla Donne, un successo incredibile di presenze, una nottata che ha visto protagoniste loro, il cuore pulsante della cultura, di ogni età, ceto sociale e nazionalità. Sono donne che studiano, lavorano, viaggiano, si occupano dei figli: una ricchezza per la società. Il mondo è fiero di essere colorato di rosa ed è importante educare le generazioni perché non smetta mai di essere così.

di Lorenzo Sigillò

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *