I 4 (piccoli e dannati) problemi fisici del runner

8 novembre 2017 | commenti: Commenta per primo |

Problemi fisici del runner

Problemi fisici dei runner : alcuni corridori americani li chiamano i four little fuckin’ problems: sono i quattro piccoli fastidiosi ostacoli fisici che ogni atleta, prima o poi, si trova ad affrontare. Tablet Run prova a raccontarveli e a prevenirli, per tenere sempre alta la guardia.

Le sollecitazioni del passo del corridore

cervicalePrima di tutto, difendiamo le cervicali! Il collo, purtroppo, è sempre molto sollecitato dal ‘passo del corridore’ e oltre alle classiche contratture da torcicollo, i più antipatici sono senz’altro i dolori cervicali. I migliori alleati saranno naturalmente le scarpe giuste, un buon preriscaldamento muscolare di braccia e collo ed il mantenimento di una buona postura.

Con pioggia, vento e freddo, difendetevi anche con uno scaldacollo in materiale adatto alla stagione. Se, invece, il disturbo è già presente, antinfiammatori in crema o gel e soprattutto massaggi, saranno di sollievo, mentre Stop! in caso di ernia.

Le cronicità delle infiammazioni

schienaAltrettante sollecitazioni arrivano, purtroppo e in diverse forme, anche sulla nostra schiena. Quella più comune è sicuramente la lombosciatalgia, vale a dire l’infiammazione del nervo sciatico. Il dolore arriva pungente nella parte bassa della schiena e spesso si irradia fino ai glutei e alle gambe.

Se il fastidio è isolato, è probabile che sia dovuto a una scarpa sbagliata, un sovrallenamento mal programmato o un cambio climatico repentino, magari pregno di umidità. Analgesici, antinfiammatori (il cortisone su tutti) e le manipolazioni saranno gli antidoti e ottimi aiuti immediati.

Poi il consiglio è di ripartire gradualmente, magari con una cintura del dr. Gibaud in vita (la trovate in farmacia). Una cronicità, invece, va meglio valutata col medico per cure fisioterapiche, posturali e diagnostiche ed anche qua un’ernia potrebbe essere ad esempio in agguato, quindi ricordate di trattare bene le vostre vertebre!

Le complessità degli arti inferiori

ginocchioMa forse al primo posto dei guai del runner, c’è il martoriato ginocchio! Pensate infatti che dove non vi sostiene il resto del corpo, arriva lui a sorreggere i vostri vizi e… chili, quindi cercate di essere almeno vicini al peso forma! Se non derivante da un trauma specifico, il ginocchio doloroso del corridore può avere comunque diverse cause.

L’incredibile complessità di tutto ciò che vi ruota intorno, fa sì che un’eventuale infiammazione possa essere dovuta ad esempio da un allenamento errato o un problema cartilagineo o una lesione meniscale. Nella prima ipotesi sarà sufficiente un periodo di riposo e la rimodulazione delle vostre ‘uscite’, anche se è bene tenere sempre a mente che è necessario rinforzare i muscoli che ‘scaricano’ le fatiche sul nostro prezioso amico, mentre invece dovrebbero ‘aiutarlo’.

Esistono tanti esercizi per migliorare i quadricipiti o i muscoli posteriori della coscia, ma vanno ben mirati dal vostro medico per essere svolti in maniera corretta e non peggiorare la situazione. E ovviamente occhio sempre a postura e scarpe!

La debolezza del piede

cavigliaArriviamo in fondo al nostro corpo con l’ultima debolezza del runner: le caviglie! Il cattivo appoggio del piede può essere la causa principale di un dolore in aumento che va arginato, mentre la classica distorsione o anche solo un’infiammazione possono necessitare di un recupero più lento.

Nel primo caso migliorare la postura, scegliere una scarpa più funzionale ed eventualmente utilizzare dei plantari, possono essere una panacea del male. Se invece vi capita la ‘maledetta storta’, magari anche con conseguente versamento, necessiterà di cure mediche e fisioterapiche. Questa articolazione è infatti tra le più delicate ed è costantemente stressata soprattutto per l’interessamento dei legamenti, quindi non sottovalutate i semplici inciampi, consultate subito uno specialista e soprattutto non accelerate mai il recupero, pena ricadute peggiori!

Ghiaccio, antinfiammatori e gamba in alto sono le difese-base del caso.

Ma se questi 4 piccoli contrattempi non vi fermano… ottimo! Perché dalla prossima settimana torniamo ad aggiornavi con tante corse gagliarde alla portata di tutti!

di Lorenzo Sigillò

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *