Rientro Scuola tra spese, zaini pesanti e caos vaccini ma anche vacanze e consigli

13 settembre 2017 | commenti: Commenta per primo |

Rientro Scuola, il messaggio del Ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli:

rientro scuola 2“A tutte e tutti voi vanno i miei migliori auguri di buon inizio e buon lavoro. Con un pensiero particolare alle studentesse e agli studenti, alle e ai dirigenti, al personale scolastico delle aree del Centro Italia colpite dal sisma e di Ischia, a cui il Ministero continuerà a garantire tutto il supporto necessario per ridurre al minimo i disagi. Siete voi il centro della scuola e non sottovalutate mai il valore dell’apprendimento che dovete finalizzare alla buona riuscita dell’anno scolastico che si sta aprendo e anche immaginare come tassello fondamentale del vostro percorso di vita, della vostra emancipazione. Lo studio è un vostro diritto. Lottate perché vi sia sempre garantito al meglio. E affinché a tutte e tutti voi siano offerte pari opportunità di accesso al futuro. Quelle per cui, vi assicuro, mi impegnerò ogni giorno fino al termine del mio mandato”.

Sono quasi 9 milioni i ragazzi che tornano fra i banchi nella scuola statale e paritaria. Da lunedì 11 settembre sono infatti ricominciate le lezioni in alcune regioni, giovedì 14 a Roma.

I vaccini

rientro scuola 3Quest’anno arriva l’atteso “esordio” dei vaccini: niente nido o materna per chi non è vaccinato, esonerati solo i possessori del certificato del pediatra che attesti il pericolo dall’immunizzazione. Entro il 10 settembre andava ottemperata la presentazione della documentazione per i nidi e le materne, mentre il 31 ottobre è la scadenza per le altre classi della scuola dell’obbligo. Contrariamente a quanto auspicato dai fautori del ‘no vax’ il pagamento della multa non basterà a iscrivere ai servizi per l’infanzia i bambini, mentre per i ragazzi della scuola dell’obbligo l’iscrizione resta possibile. Per qualsiasi chiarimento, l’opuscolo vaccini del Ministero, risolve ogni dubbio:

Le vacanze

E la mente va già alle prossime vacanze! Per tutta Italia il calendario delle feste prevede la chiusura nei giorni di festa nazionale:

– mercoledì 1 novembre, Ognissanti;

– venerdì 8 dicembre, Immacolata Concezione, con possibile ponte su sabato 9;

– mercoledì 25 aprile, Festa della Liberazione;

– martedì 1 maggio, Festa del Lavoro, con possibile ponte su lunedì 30;

– sabato 2 giugno, Festa della Repubblica;

Per il Lazio le vacanze di Natale andranno dal 23 dicembre al 7 gennaio 2018, mentre quelle di Pasqua dal 29 marzo al 3 aprile 2018. L’ultimo giorno di scuola sarà il 9 giugno 2018, il 30 per le materne.

Per i romani appetibile anche la festa dei patroni SS. Pietro e Paolo il venerdì 29 giugno, con possibile ponte su sabato 30.

Lo spauracchio zaino

rientro scuola 1I consigli contro zaini pesanti e mal di schiena, arrivano ovviamente dai medici americani. Prima di tutto gli zaini non dovrebbero mai pesare più del 15 per cento del peso corporeo del bambino. Inoltre non deve essere più lungo di 10 cm oltre la vita. Inoltre bretelle larghe e imbottite e soprattutto su entrambe le spalle per distribuire il peso.

Se vi sembra impossibile rimanere in questi parametri è consigliabile parlare con gli insegnanti per cercare di trovare, insieme e cordialmente, una soluzione ad un problema oggettivo. Magari si possono lasciare alcuni libri a scuola o utilizzare i ‘trolley’.

Le spese

Le famiglie sanno bene che tra libri, cartelle, diari e cancelleria, i costi gravano moltissimo sul bilancio familiare.

Se gli articoli di seconda mano sono sempre il miglior risparmio, oggi in rete si trova anche un altro valido aiuto! Si chiama Idealo ed è il portale internazionale per la comparazione prezzi degli acquisti online. Questo sito offre uno studio dei prezzi ed i costi medi, in modo da poter accertare come risparmiare e tenere sotto controllo i costi scolastici!

Altri consigli per una buona ripresa scolastica? Li trovate nel nostro Tablet Kids.

Ed ora forza ragazzi! In bocca al lupo!

di Lorenzo Sigillò

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *