Torta Foresta Nera. Gusto e bellezza!

27 settembre 2017 | commenti: Commenta per primo |

Dalla tradizione germanica una torta come mai la potreste immaginare

Alla  torta foresta nera sono particolarmente affezionata: una cara amica di famiglia originaria di Husum in Germania era solita offrircela insieme ad un’ottima tazza di caffè tedesco quando andavamo a trovarla presso la sua meravigliosa villa in Toscana. Questa ricetta è un tributo ad Anneliese.

torta-foresta-nera-oeschwarzwalder-kirschtorte

Per il Pan di Spagna al cacao

  • 6 uova
  • Un cucchiaino di estratto di vaniglia o vanillina
  • 4 cucchiai acqua bollente
  • 200 gr. zucchero
  • Zucchero a velo quanto basta
  • 50 gr. fecola di patate
  • 150 gr. farina
  • Cacao amaro in polvere

Per la Bagna

  • 1/2 litro di sciroppo di Amarene (quello delle amarene sciroppate è perfetto)

Farcitura e Decorazione della torta foresta nera

  • 1 confezione di amarene sciroppate (quelle poco dolci)
  • 500 gr. panna liquida
  • Zucchero a velo quanto basta
  • 100 gr. cioccolato fondente (da fare a scagliette)

torta foresta nera

Per la preparazione della torta foresta nera, si parte dalla base di cioccolato.

  • Iniziate a tritare il cioccolato fondente in modo grossolano, facendolo poi sciogliere a bagnomaria o al microonde.
  • Quando il composto di cioccolato si sarà fuso, versate del burro e fatelo sciogliere completamente, amalgamando il tutto. Fatelo poi raffreddare.
  • Nel frattempo versate in una planetaria dotata di frusta, i tuorli d’uovo aggiungendo i 100 grammi di zucchero, quindi poi montate il composto fino a farlo diventare chiaro e spumoso.
  • Versate il composto di cioccolato nella planetaria.
  • Una volta che il composto si è distribuito uniformemente, setacciate farina, lievito e fecola di patate, aggiungendoli un po’ per volta sempre con la  planetaria in movimento.
  • Spegnete la planetaria quando il composto si sarà ben amalgamato con le farine.
  • Montate gli albumi a neve e aggiungete gli altri 100 grammi di zucchero sol quando saranno bianchi e spumosi.
  • Incorporate gli albumi un po’ per volta mescolando il composto dal basso verso l’alto per non farlo smontare. Continuare a mescolare fino a quando non avete ottenuto un composto liscio.
  • Imburrare una tortiera da 24 cm di diametro e versate il composto al suo interno.
  • Appiattite l’impasto ottenuto con una spatola e mettetelo in un forno statico a 180° per 50 minuti (o in alternativa a 160° per 40 minuti se si utilizza un forno ventilato). Ogni tanto controllate la cottura della torta foresta nera con uno stecchino: se lo stuzzicadenti una volta estratto è asciutto la torta è pronta, in caso contrario dovete continuare la cottura.
  • Una volta cucinata la torta, toglietela dal forno e lasciatela raffreddare 5 minuti, successivamente estraetela dallo stampo e posatela su un piatto.
  • Il succo e le ciliegie sciroppate serviranno successivamente a farcire i due livelli della torta. Vi raccomando di snocciolarle e di lasciarne 8 intere per la decorazione.
  • Una volta raffreddata la base, dividetela in 3 dischi con lo stesso spessore. Prendete il primo disco e ponetelo su un piatto di medie dimensioni, bagnatelo con lo sciroppo di ciliegie mettendo sul disco anche una parte delle ciliegie.
  • Successivamente predisponete la crema chantilly montando la panna con lo zucchero a velo (Anneliese la montava a mano ma a voi permetto di usare le fruste…). Ottenuto un insieme omogeneo schiumoso, versatene un terzo sul primo disco, appiattite con una spatola ed appoggiate il secondo disco.
  • Prendete il secondo disco, versate lo sciroppo e le ciliegie completandone il tutto con uno strato di panna. Appoggiate l’ultimo disco, rivestite sia i lati che la superficie con la crema, preservandone due cucchiai che utilizzerete nella decorazione finale.
  • Conclusa questa operazione, prendete un cucchiaio ed unite i ricci di cioccolato lungo tutta la circonferenza esterna.

Gustatela con un tè o un caffè lungo e non vorrete più assaggiare altre torte!

di Giorgia Conti – La Rosa del Dessert

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *