Villa Borghese tra Barocco e Romanticismo

27 settembre 2017 | commenti: Commenta per primo |

Villa Borghese tra Barocco e Romanticismo: dal Parco dei Daini al Giardino del Lago

villa borghese 3Villa Borghese è uno dei grandi parchi superstiti a Roma, 80 ettari nella cintura di verde delle ville che prima dell’Unità  d’ Italia integravano il paesaggio urbano.

Dal nome del primo proprietario, il cardinale Scipione Borghese, la villa venne concepita come un giardino di delizie seicentesco ed un vero e proprio teatro. Pietro e Gian Lorenzo Bernini, incaricati dal mecenate, riservarono un’area, detta del Parco dei Daini o Parco delle Prospettive, collegandolo con il ‘giardino segreto’,  destinato al solo godimento del prelato e dei suoi ospiti.

parco_dainiUn percorso di edifici barocchi del 1600 e 1700, fino al Giardino del Lago, d’ispirazione chiaramente inglese e progettato dall’architetto paesista Mario Asprucci nel 1790. E si prosegue con le rovine del finto tempio di Esculapio, i viali ricchi di sarcofagi e statue antiche.

Questo ed altro ancora saranno al centro della visita organizzata dall’Associazione degli Amici del Tevere, domenica 8 ottobre alle ore 10, per una gita di due ore di sicuro fascino.

.

.

Domenica 8 Ottobre 2017  ore 10.00

Durata: 1h 45 – 2hfoto_del_portale_del_leone_gallery

Appuntamento davanti al Portale del Leone di Via Pietro Raimondi (dietro l’Hotel Parco dei Principi)

Costo visita guidata: Soci euro 15,00, non-Soci euro 18,00 – compreso di radioauricolari per l’ascolto della guida

Prenotazione obbligatoria:

telefonica ai numeri: 339 5852777 – 339 7448084

via email: amicideltevere@unpontesultevere.com

di Martino Del Volo

Foto Un Ponte Sul Tevere

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *