10 viaggi economici per Gennaio

9 gennaio 2019 | commenti: Commenta per primo |

State cercando una destinazione per il mese di gennaio? Ecco le 10 migliori mete per i viaggi più economici.

Se avete voglia di partire e siete indecisi tra le bellezze d’Italia e quelle dell’estero, ecco una piccola guida che potrebbe fare al caso vostro.

Questo è il momento migliore per trovare offerte interessanti, per i voli e hotel.

Si parte!

1 – Buenos Aires, Argentina

Con un clima perfetto, il mese di gennaio è raccomandato per andare a Buenos Aires, in Argentina. E proprio l’Argentina è, secondo la guida Lonely Planet,  una delle destinazioni più convenienti del 2019.

Allora perché non approfittarne per vedere questa sconfinata metropoli, che è anche la capitale mondiale del teatro.

Una città dai mille stili architettonici: di stampo coloniale, in stile italiano, madrileno, parigino e molto altro. L’anima più autentica di Buenos Aires, però, la si può respirare passeggiando nei pittoreschi barrios.

Il più grande barrio della città sichiama Palermo e nella parte più antica dello stesso si trova persino un monumento a Giuseppe Garibaldi.

Una visita meritano anche il quartiere di Porto Madero, oltre quelli spagnoli, ebraici e arabi.

Un quartiere da non perdere assolutamente è poi la zona genovese del Boca, con un tripudio di casette colorate messe in fila e abbellite da bandiere, statue e manichini.

Qui si trovano anche i più antichi club di tango. Cuore del quartiere è la strada pedonale del Caminito. Su questa strada, tutto danza e i ballerini di tango vi invitano a scattare una foto. Un’esperienza da provare!

2 – L’Avana, Cuba

Se invece siete alla ricerca di un luogo più caldo, L’Avana farà al caso vostro. Il clima a gennaio è piuttosto secco e gradevole, con il termometro che raggiunge in media una massima di 27°C.

La gente, la musica e le case dai colori sgargianti vi trasmettono una grande energia vitale, che può ricaricare chi arriva dallo stress delle grandi città.

Fate una lunga passeggiata sul lungomare di Malecón, visitate la Habana Vieja con le sue piazze dall’architettura barocca e le chiese, il Centro Habana, dove si trova il Museo de la Revolución e il Museo di Hemingway.

In questa casa, circondata da un magnifico giardino pieno di rigogliosa vegetazione e che si trova poco fuori l’Avana, visse il grande scrittore americano. Tutto è stato lasciato come allora. Le stanze, i trofei di caccia appesi ai muri, i suoi libri, la scrivania dove Hemingway  lavorava. Si avverte ancora la sua presenza!

3 – Maldive

In questo periodo il tempo è piuttosto buono dappertutto nella Maldive, dall’Atollo Addu, a Male, da Maafushi, sino Gan.

Con una temperatura media di 30°C, le Maldive sono un’ottima meta per godersi un po’ di tempo per rilassarsi e oziare al sole su spiagge bianchissime e osservare infiniti tramonti.

Ma se questo non vi basta e siete anche persone avventurose, potete fare immersione ed esplorare i fondali marini cristallini di una delle 1200 isole dell’Oceano Indiano. Tartarughe, razze, mante e squali sono solo alcuni degli abitanti delle acque del posto.

E ancora, potreste andare a pesca quando il sole tramonta.

Sotto un cielo stellato vi potrebbe anche capitare, all’improvviso, di veder l’acqua brillare!

Ma non spaventatevi! Alle Maldive si verifica un fenomeno detto fitoplancton bioluminescente che produce una luce fluorescente quando il mare è agitato.                                   

4 – Capo Verde, Africa

A meno di 600 km dalle coste dell’Africa, nell’Oceano Atlantico, si trova uno degli angoli di paradiso più belli al mondo, Capo Verde. Qui fa sempre caldo e il massimo che potete è solo una leggera brezza notturna.

Se avete voglia d’estate e bagni in un mare turchese, siete nel posto giusto.

Snorkeling, windsurf, kite surf sono solo alcune delle attività che potete fare, senza dimenticare una visita alla più grande miniera di sale di Pedra de Lume situate dentro la caldera di un vulcano spento, dell’isola di Sal.

Sempre a Sal, da non perdere è la capitale Espargos con i tanti locali e mercatini tipici di artigianato.

Anche l’isola di Boavista è un ottimo punto di partenza per le escursioni. Dal capoluogo Sal Rei, con le sue tipiche case dai color pastello, sino al Deserto di Viana. E poi c’è la spiaggia di Boa Esperanca dove, di notte, è possibile ammirare un miracolo della natura, con le tartarughe Caretta-caretta che arrivano in spiaggia per deporre le proprie uova.

5 – Barcellona, Spagna

La Spagna è sempre una delle mete più amate e accessibili. C’è solo l’imbarazzo della scelta: SivigliaValencia o l’evergreen Barcellona.

Con temperature che si aggirano intorno ai 15-20°C, Barcellona, è sempre ricca di fascino. La Sagrada Familia, il Parco Guell, una passeggiata nella zona del porto, sulla Rambla e nei quartieri circostanti vi faranno scorgere il vero volto catalano.

Se volete saperne di più, leggete la nostra miniguida di Barcellona!

Se decide di partire, ricordate che da 11 al 20 gennaio 2019 si svolge la Fiesta Mayor di Sant Antoni.

Una settimana di festeggiamenti in cui potrete assistere alla cavalcata de Els Tres Tombs o la rifa del cerdito (la “lotteria del maialino”). Inoltre, nel programma vi sono anche molte tradizioni catalane, come il Risveglio, la sfilata dei Giganti e il famoso Correfoc.

 6 – Madeira, Portogallo

Rimanendo nelle vicinanze, ci spostiamo in Portogallo e precisamente a Madeira. Qui, la natura incontaminata e il clima mite la rendono una destinazione perfetta per chi ama le escursioni.

Anche la Zona Velha (la zona vecchia) di Funchal, con le sue stradine, chiesette, archi e scorci memorabili, merita di essere visitata, così come il Mercado dos Lavradores (Il mercato degli agricoltori), che a noi sembrerà esotico, con i suoi fiori, frutti (come papaya e banane in grande abbondanza), pesce del vicino Atlantico e spezie.

Madeira è anche la città natale di Cristiano Ronaldo, dove è stato inaugurato, nel 2013, persino un museo a lui dedicato. Il “Museu CR7” si trova in Rua Princesa Dona Amélia. Sito ufficiale: www.museucr7.com.

7 – Belfast, Irlanda del Nord

Se amate la cultura, le tradizioni, la buona birra e non vi spaventa il clima irlandese, Belfast è la vostra prossima destinazione!

Considerata la città dalla doppia anima, divisa tra irlandesi e britannici, cattolici e protestanti, unionisti e lealisti, questa città ha una storia tanto affascinante quanto tormentata.

Non a caso, uno dei maggiori luoghi d’interesse sono i murales (murals) della guerra civile tra i protestanti lealisti e i cattolici unionisti repubblicani. Oggi la zona ovest, che conta oltre 130 murales, si estende per 9 km, interessa Divis Street, Falls Road, Cupar Way, Shankill Road, sino ad arrivare a Newtownards Road.

Per saperne di più, guardate il nostro viaggio a Belfast!

8 – Campofelice, Abruzzo

Per chi preferisce rimanere in Italia, la montagna potrebbe essere la scelta più adatta. Se cercate qualcosa dai prezzi più contenuti, rispetto al Trentino e Val d’Aosta, potete optare per Roccaraso o Campofelice.

Situato nell’altopiano carsico dell’Appennino centrale, in Abruzzo, in provincia dell’Aquila, nella catena del Velino-Sirente e in parte all’interno del Parco naturale regionale Sirente-Velino, con: Campo Imperatore, Ovindoli e Monte Magnola fa parte del comprensorio delle Tre Nevi con cime alte più di 2000 metri.

Campo Felice dispone di 30 km di tracciati immersi nella natura.

9 – Palermo, Sicilia

Anche la Sicilia, in questo periodo come peraltro nel resto dell’anno, è un’ottima destinazione; con la possibilità di visitare città d’arte come Ragusa, Noto e Palermo.

E proprio quest’ultima d’inverno ha, tendenzialmente, un clima mite, che si aggira intorno ai 20 °C. Quindi dovreste trovare giornate in cui poter passare anche una giornata in spiaggia, lasciandovi accarezzare dal sole.

Prima di dedicarvi al mare, però, vi consigliamo di visitare lo splendido centro storico, la Cappella Palatina e i suoi mercati storici, la Vucciria e Ballarò.

Senza dimenticare di fermarsi a mangiare in uno dei tanti ristorantini e assaggiare una delle tante specialità della cucina siciliana, una più buone esistenti.

10 – Matera, Basilicata

Quale momento migliore per visitare Matera, nominata Capitale europea della cultura 2019.

Il 19 gennaio 2019 si terrà la cerimonia di inaugurazione, con bande musicali provenienti da tutta la Basilicata e dall’Europa, che attraverserà il centro della città: Spine Bianche, Serra Venerdì, La Martella, Serra Rifusa.

La città diventerà  il palco di uno spettacolo inusuale che riempirà di note i pittoreschi edifici rupestri costruiti nelle cave naturali e Patrimonio Unesco.

Non dimenticate di visitare le chiese rupestri della Gravina e la splendida cattedrale dedicata alla Madonna della Bruna e a Sant’Eustachio e lasciatevi conquistare dalla cucina lucana, legata alla tradizione, semplici e genuina.

Non vi rimane che scegliere la vostra meta preferita, preparare i bagagli e… partire!

di Barbara Donzella

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

 

Dorset, la contea sulla Manica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.