Acquisti on line

26 dicembre 2018 | commenti: Commenta per primo |

Nelle compere pre-natalizie sono stati compromessi i dati di un terzo (32%) delle persone che hanno fatto acquisti online.

 

Uno dei rischi maggiori di questi nuovi tempi, in cui la gran parte della popolazione cede agli acquisti on line, per motivi di tempo (a molti manca), ma anche per motivi di risparmio.

Purtroppo non sempre questi acquisti sono sicuri. Da una indagine condotta da Kaspersky Lab, il 27% di quelli che ha ammesso di aver subito un furto delle loro credenziali bancarie non ha mai recuperato il proprio denaro.

Per ovviare questo spiacevole inconveniente la prima cosa è quella di affidarsi a siti di comprovata serietà.

Quasi la metà degli utenti italiani coinvolti dallo studio (48%) ammette di aver dimenticato o di non aver neanche cercato di ricordare su quali siti o quali applicazioni abbia effettivamente condiviso le proprie credenziali.

“Tutti dovremmo prestare molta attenzione ai nostri dati bancari e ai nostri pagamenti online, evitando di inserire le nostre credenziali su siti non affidabili o di fare acquisti online tramite dispositivi non protetti”.

A quanto dice Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab.

Secondo il bollettino degli attacchi informatici della società di sicurezza McAfee, nel terzo trimestre 2018 le violazioni dei dati del settore finanziario sono aumentate del 20%.

I ricercatori hanno osservato un aumento delle campagne di spam che sfruttano tipi di file non comuni, uno sforzo per aumentare le possibilità di eludere le protezioni di base della posta elettronica.

Un consiglio è anche quello di stipulare un’assicurazione ad hoc per chi fa uso carte di credito, le prepagate e i bancomat, sia in normali circuiti di spesa che per gli acquisti on line.

a cura della redazione

Fonte Ansa

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.