Amazon Innovation Award

10 ottobre 2018 | commenti: Commenta per primo |

Anche gli studenti romani sono pronti per la sfida dell’Amazon Innovation Award

L’università di Tor Vergata parteciperà alla sfida messa in campo da Amazon.

La parola d’ordine è creatività

Gli studenti dell’università di Tor Vergata sono pronti a cogliere la sfida di robotica di Amazon Innovation Award 2018 arrivata al suo terzo anno consecutivo.

Dopo la presentazione nei politecnici di Milano e Torino, che hanno partecipato anche alle scorse edizioni, si passa alla Capitale, entrata in scena solo l’anno scorso.

In palio il premio che incoraggia le menti degli studenti a progettare soluzioni che migliorino la procedura di consegna dei prodotti venduti dalla piattaforma online.

innovation

Una sfida che porta in America…

È la seconda volta che l’università di Tor Vergata partecipa all’iniziativa patrocinata dal colosso dell’e-commerce.

Stavolta alla conta ben 150 studenti, in lotta per conquistare e vincere un viaggio premio alla sede centrale di Amazon a Seattle nel 2019 (avevamo parlato della sede ufficiale di Amazon qui). Lì avranno modo di visitare l’Amazon Campus e presentare la propria idea a John Battles, director worlwide advanced technology della Compagnia.

Le giovani menti possono contribuire a migliorare il sistema di consegna lavorando sulle possibili innovazioni nel processo di automazione di Amazon: un punto di partenza sono i robot magazzinieri in grado di trasportare interi scaffali ai propri colleghi umani.
amazon

Pensare creativo

Gli studenti avranno la possibilità di lavorare ai loro progetti in gruppi di cinque e presentare un documento sotto forma di 6-pages, formato in cui sono presentati i progetti in azienda.

Ogni università partecipante avrà i suoi primi tre classificati a livello d’ateneo che saranno premiati con dei prodotti Amazon, e poi verrà decretato un vincitore anche a livello nazionale.

La dead line per la presentazione dei progetti è fissata per dicembre. Non è importante avere un’idea precisa, è importante solo avere creatività e pensare fuori dagli schemi.

È una grande opportunità anche perché offre solide possibilità di entrare a far parte del team Amazon una volta conclusi i giochi.
di Simona Gitto

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.