Animali e caldo, il vademecum per l’estate

17 luglio 2019 | commenti: Commenta per primo |

Animali e caldo, come comportarsi

Animali e caldo: già, anche per loro fa caldo. Sembra banale dover declinare alcune regole, ma ogni tanto probabilmente si danno per scontati alcuni semplici accorgimenti che fanno del bene ai nostri pet.

animali e caldo 2I nostri migliori amici pelosi possono infatti soffrire più delle persone, soprattutto se non vengono messe in atto alcune accortezze. Dall’ ENPA è arrivato anche già da anni un vademecum, che cerchiamo di riassumere per voi ed i vostri animali.

1- Garantirgli sempre un luogo ombreggiato e ventilato dove rifugiarsi, acqua fresca naturalmente e cibo ad alta digeribilità;

2- Non lasciare mai un animale in auto, non sono sufficienti neanche i finestrini aperti, la temperatura raggiunge valori altissimi velocemente!

3- Se vedete un animale chiuso in un’autovettura rintracciate subito il proprietario dell’autovettura e se non riusciste, chiamate le forze dell’ordine. Nel caso in cui l’animale fosse in evidente difficoltà respiratoria o in stato confusionale, se il finestrino è abbassato versare dell’acqua cercando di bagnarlo e farlo bere. In caso di emergenza rompere il finestrino per soccorrerlo da morte certa, l’Enpa offre il proprio sostegno legale.

4- In caso di ipotermia o semplicemente se la pelle dell’animale scotta o notate respiro affannoso oanimali caldo 3 sbandamenti, bagnarlo con acqua fresca. Se a disposizione dei cubetti di ghiaccio, utilizzateli pure ma solo avvolti nel tessuto. Anche senza particolari sintomi, se ci sono alte temperature rinfrescarlo bagnando il pelo non è mai sbagliato. Attenzione però che non si esponga poi a correnti d’aria.

5- Evitate di farli uscire nelle ore più calde della giornata sia per i colpi di calore che per l’asfalto rovente.

Portare sempre con voi una bottiglietta di acqua.

6- Se proprio uscite al sole proteggete inoltre le estremità bianche e le punte delle orecchie con crema solare ad alta protezione dove non possono leccarsi. Già, anche loro si scottano!

7- Dedicato ai piccoli animali: non esporre al sole diretto gli acquari, cambiare l’acqua regolarmente e togliere le alghe. In caso di fontane e laghetti da giardino riempire regolarmente l’acqua che evapora. Per canarini e criceti ed altri animali di piccole dimensioni mai lasciarli sul balcone al sole diretto e posizionare le gabbiette all’ombra ed in un luoghi freschi.

8- Non dimenticare di applicare gli antiparassitari. E di utilizzare quelli adatti a specie e taglie, chiedete prima al veterinario. Ad esempio alcuni prodotti per cani possono essere letali per i gatti.

9-Anche per i conigli, cavie e piccoli animali ispezionare attentamente ogni giorno l’animale per verificare l’eventuale presenza di uova di mosche sul pelo e tenere pulito il luogo in cui vivono.

10-Per chi ha cura di animali selvatici, cambiare almeno una volta al giorno la ciotola d’acqua e creare qualche zona ombrata magari con le piante.

Animali e caldo d’estate ma anche abbandoni… per queste bestie, c’è un capitolo a parte

 

di Lorenzo Sigillò

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 aprile 1941 e successive modifiche.

Immagine Pixabay in Creative Commons CC0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.