Animali, la loro storia con l’uomo

19 dicembre 2020 | commenti: Commenta per primo |
Condividi con i tuoi amici:

Non togliete la gioia agli animali di Maurizio Quilici

Amate gli animali. Dio ha dato loro un principio di pensiero e una gioia senza inquietudine. Non li turbate, non li tormentate, non togliete loro la gioia, non andate contro le intenzioni di Dio …

Con questo pensiero del grande scrittore russo Fedor Dostoevsky, Maurizio Quilici introduce il suo meraviglioso saggio sugli animali. Non è un libro sugli animali qualsiasi, bensì è una storia degli animali e del rapporto che l’uomo ha instaurato con loro dai primordi ad oggi, nel bene e nel male.

Un rapporto che, sostiene lo scrittore, ci salverà nel futuro.

Quilici, toscano di nascita e romano d’adozione è un giornalista professionista che ha lavorato per molti anni come caporedattore dell”ANSA. Ha scritto diversi saggi sul tema della paternità e della famiglia, ed è fondatore dell’ISP, Istituto di Studi sulla Paternità.

Proprio come un padre amorevole cresce i suoi figli, l’autore ha curato questo libro facendoci avvicinare al mondo faunistico con l’intensità che può metterci un amante della natura e degli animali come è lui. Non è un caso che sin dall’età di 14 anni svolge attività di volontariato in Parchi Nazionali, è iscritto al C.A.I. (Club Alpino Italiano) e alla LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli).

L’interessante analisi storico naturalista proposta da Maurizio Quilici comincia da quando l’uomo comparve sulla terra trovandosi subito a convivere con esseri diversi da lui, circa 500 mila anni fa. Un rapporto che potremmo definire di amore-odio e che persiste ancora oggi.

Racconta come è cambiato il rapporto fra l’uomo e gli animali, la natura, l’ambiente, dalla preistoria ad oggi (potremmo dire dalle grotte di Palmira e Lascaux a Greta Thunberg). Passando attraverso le incredibili stragi organizzate dai Romani antichi negli anfiteatri, i processi agli animali nel Medioevo, i primi movimenti in difesa del mondo animale nell’800… E poi il gatto e il cane, il lupo e l’orso, le razze alloctone, gli allevamenti intensivi, l’inquinamento, la deforestazione… Con le grandi domande: gli animali hanno un’anima? La sperimentazione animale si giustifica con i progressi scientifici o no?

L’animale sfruttato, vessato ma anche amato, idolatrato. Un compagno di viaggio su questa terra, un esemplare da osservare e studiare, uno strumento di sviluppo ma anche una consolazione nei momenti più bui.

Storie che si snodano tra fatti veri e storicizzati e che vedono nei millenni un’evoluzione di un rapporto sempre più rafforzato.

Questo libro tra le righe, ma neanche tanto, vuole sottolineare come l’uomo, non può che trarre beneficio in una pacifica e rispettosa convivenza con il genere animale, e vuole dare un segnale concreto di come un ritorno alla natura sia auspicabile per la salvezza e il futuro dell’umanità.

Titolo: Non togliete la gioia agli animali

Autore: Maurizio Quilici  

Editore: Edizioni San Paolo

pag. 382 € 22,00

ISBN 9788892223295

 

 

 

 

 

 

Ne consigliamo l’acquisto di questo libro anche come strenna di Natale segnalando dove poterlo acquistare

https://www.edizionisanpaolo.it/varie_1/attualita/attualita–e-storia/libro/non-togliete-la-gioia-agli-animali.aspx

a cura di Cristina Anichini

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

 

 

 

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.