Anuptofobia, una nuova paura?

29 ottobre 2020 | commenti: Commenta per primo |
Condividi con i tuoi amici:

Hai paura di restare single? Allora potresti soffrire di anuptofobia

Mai sentito parlare di Anuptofobia? È la paura di restare single che riguarda soprattutto le donne e soprattutto nell’epoca del Coronavirus sembra addirittura essere aumentata.

Questo perché già con il Coronavirus la nostra vita è cambiata. La pandemia ha reso vulnerabile tante persone, per non parlare di chi già aveva delle debolezze e delle fragilità che hanno visto cadere le loro labili certezze.

Lo scenario che ci si presenta di fronte non è dei migliori in questo periodo ed è chiaro che le occasioni per uscire, conversare e conoscere persone nuove purtroppo sono diminuite.

Non tutti sentono il desiderio di stare in coppia sia uomini che donne. Ci sono tante persone che preferiscono non avere un partner. In Italia non sono poche; infatti, secondo una ricerca, i single rappresentano circa il 33% della popolazione mentre altre invece desiderano incontrare una persona da mettere al proprio fianco con cui condividere una parte o il resto della vita.

Ma esistono soggetti per i quali l’essere in coppia è davvero un’ossessione e diventa un requisito imprescindibile per vivere la proprio vita in maniera completa. In questo caso si parla di anuptofobia dove l’essere single rappresenta un dramma o un fallimento della propria vita.

In generale questo disturbo colpisce le persone con bassa autostima o che in passato hanno ricevuto abbandoni e rifiuti dai proprio famigliari o dai partner.

Come per altri tipi di fobie, l’anuptofobia si può superare chiedendo aiuto a uno psicoterapeuta mettendo in atto una terapia adeguata mirata a risolvere l’ansia collegata alla paura di restare da soli e di non trovare l’amore. Sarà importante capire l’origine e le motivazioni che potrebbero variare per ognuno di noi ed essere diverse in quanto quello che per qualcuno ha rappresentato un normalissimo episodio per qualcun altro potrebbe essere stato un trauma.

E’ necessario però stare attenti perché la paura dei restare soli ci rende infelici. Nella maggior parte dei casi fuggiamo da questa situazioni immergendoci in situazioni tossiche e scegliendo partner sbagliati solo per non sentire la solitudine. Queste relazioni tossiche scegliendo il primo che capita non finiranno che distruggerci e confermare la bassa autostima e la paura dell’abbandono.

Oriana Orlandi

 

 

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.