Arabella al Bioparco

3 aprile 2019 | commenti: Commenta per primo |

Al Bioparco è arrivata Arabella, l’orso gatto che profuma di popcorn

 

Al Bioparco è arrivata Arabella, una femmina di binturong di 13 anni nata allo Zoo di Dortmund e proveniente dal Safari Park di Longleat (Inghilterra). Il Bioparco è un luogo che porta con sé sempre mille sorprese. E con questa notizia supera ogni aspettativa.

Binturong, nella lingua malese, significa ”orso gatto”, sebbene l’animale non abbia affinità né con i gatti né con gli orsi: appartiene all’ordine dei carnivori, ma si nutre anche di frutti e fiori, e abita le foreste tropicali del sud-est asiatico, fino a 3.000 m di altitudine.

Si tratta di una specie minacciata di estinzione e la sua consistenza numerica in natura si è ridotta del 30% nell’ultimo ventennio. Le principali cause sono la deforestazione e il bracconaggio per la carne, la pelliccia, il mercato degli animali da compagnia e la medicina tradizionale cinese (le ghiandole perianali sono utilizzate per la cura di malattie mentali).

È considerato “Vulnerabile” dalla IUCN (Unione Mondiale per la Conservazione della Natura), per questo il Bioparco partecipa al programma EEP (European Endangered species Programme) per la specie.

Una curiosità su questo schivo animale è che emette un caratteristico odore di pop corn dovuto alla sua urina.

Invitiamo tutti i nostri lettori, le famiglie con bambini ma anche tutti gli amanti degli animali a visitare il BioParco, a conoscere la nuova arrivata Arabella. Ma anche tutti gli esemplari che al Bioparco hanno trovato una casa, perchè spesso salvati da situazioni che ne avrebbero compromesso l’esistenza.

 

CREDITO FOTO: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni

 

a cura della redazione

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.