Il Barboncino (viaggio nelle razze canine 4)

17 maggio 2017 | commenti: Commenta per primo |

Il Barboncino (o Barbone)

barboncino 1Barboncino: chi non ha mai visto un barbone, o più comunemente detto, barboncino, in vita sua?

“ Barboncino ” perché soprattutto siamo abituati a vederne di taglia piccola, in realtà sono riconosciute quattro misure: di grande mole (45-58 cm); di media mole (35 ai 45 cm); Nano (28-35 cm) e Toy (24-28 cm) e tutti hanno una gran varietà di colori del mantello (marrone, nero, bianco, albicocca, fulvo, grigio).

Insomma ce n’è per tutti i gusti, ma questa razza può vantare una storia e delle caratteristiche che vanno ben oltre le qualità estetiche, e come spesso capita le aspettative di un’adozione restano indietro rispetto alla realtà dei fatti.

Un po’ di storia

Le origini della razza sono antichissime. Sembra che la patria di provenienza sia la Francia, sembrerebbe derivare da un cane da caccia alle anatre (in acqua) chiamato “barbet”. A riprova di ciò ci sono molte testimonianze grafiche di barboncini raffigurati sia in momenti di lavoro sia nell’altra occupazione che si è tramandata fino a noi: quella del cane da compagnia. Alcune di queste raffigurazioni risalgono all’alto medio evo.

Oltre alla caccia, i barboni sono stati utilizzati in guerra, nei circhi (sembra che apprendessero sorprendenti numeri acrobatici e di intelligenza), per la ricerca del tartufo e addirittura sembra anche come cane guida, prima di esser soppiantato da altre razze più, diciamo, dinamiche.

Aspetto

Bello? Bellissimo?

A parte certe tolettature, che personalmente non riesco proprio a sopportare, è un cane dal mantello meraviglioso, sia alla vista che al tatto, che ha la preziosa qualità di essere ipoallergenico.

Gli occhi sono vispi e vigili e sembra sempre che scrutino oltre il loro interlocutore.

Per leggere lo standard rimando come sempre al sito dell’ENCI.

Carattere

Il fatto che la scelta di possedere un barbone spesso e volentieri è dettata dall’idea di avere un cane da compagnia ciò non significa che ci si trovi davanti ad un cane dolce e tranquillo…

Sicuramente è un cane che non è (quasi) mai aggressivo, ma ha un grande coraggio. È socievole con le persone, se ben socializzato è un grande amante dei bambini e dotato di capacità di apprendimento praticamente infinite.

Se si sceglie di fare attività insieme al proprio cane sicuramente sarà bravissimo in molte specialità, chiaramente in accordo con la taglia che si è scelta.

Dotato di un’intelligenza incredibile (e qui la taglia non conta), proprio questa diventa un’arma a doppio taglio, sono in grado di capire momenti e modalità per fregarci con tutte le scarpe nel giro di pochissimo tempo.

In linea di massima sono cani dalla semplice gestione ma di certo vanno seguiti sin da piccoli se non si vuol finire con loro in vestaglia di seta che ci dettano il menù della cena per telefono.

Per chi è adatto

Praticamente per tutti.

L’importante è NON scambiarlo per un peluche.

Ha bisogno di esercizio fisico e mentale. Non gli basta l’uscitina serale di dieci minuti solo per fare pipì. E va sempre valutato da chi l’adotterà che è un cane che vive a lungo (alcuni esemplari anche fino a 20 anni), soprattutto quelli di piccola taglia più longevi dei grandi.

Una cosa veramente importante è che, data la grande richiesta per esemplari di questa razza, in giro possono trovarsi cuccioli a pochissimo prezzo provenienti dai famosi cucciolifici dell’est. Sconsiglio di cedere all’idea del risparmio, perché al di là delle possibili malattie congenite e tare genetiche varie, dietro a questi cuccioli si nasconde il maltrattamento dei genitori, detenuti in modi indecenti e sfruttati al solo scopo di mettere al mondo cuccioli da vendere.

Curiosità

goldendoodle

Il goldendoodle

Proprio a causa del pelo che ha la caratteristica di essere ipoallergenico, negli Stati Uniti hanno creato delle “razze” (anche se non è corretto definirle così) incrociando barboni con altre tipologie di cani. Letteralmente sono ibridi di prima generazione.

Sono riusciti a mescolare razze che non ci si aspetterebbe mai.

Esistono quindi Labradoodle (labrador e barbone); bordoodle (border collie e barb.); Cockapoo (Cocker Spaniel e barbone); Goldendoodle (Golden Retriever e barbone); Bernedoodle (Bovaro bernese e barbone); Weimardoodle (Weimaraner e barbone) e molti altri. Elenco completo degli ibridi.

di Rita Caramella

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata.

Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Scopri il nostro viaggio nelle razze canine:

bassotto 04

Bassotto

 

 

border-collie-02Border Collie

 

.

.jack-russel-razze-canineIl nostro focus

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.