I cani eroi dei Vigili del Fuoco

17 aprile 2019 | commenti: Commenta per primo |

I cani eroi dei Vigili del Fuoco.

“Grazie di tutto Tommy”, questo ringraziamento va al piccolo grande cane Tommy che con coraggio era riuscito a salvare tante persone sotto le macerie dopo il terremoto dell’Aquila. Non si era risparmiato Tommy, aveva cercato giorno e notte di salvare quelle persone che erano incastrate tra le macerie, spaventate o ferite.

Tommy era un cane sensazionale, e insieme al suo conduttore Giampiero Pepe è stato protagonista di tante azioni di salvataggio al pari dei suoi compagni vigili del fuoco del Comando provinciale di Lecce, dove era diventato una colonna portante dell’Unità cinofila.

Dopo 10 anni di servizio era andato in pensione e giovedì 4 aprile, all’età di 13 anni, si è spento nell’abitazione del suo conduttore.

Era stato insignito dell’onorificenza “cani con le stellette” dal Presidente della Repubblica che all’epoca era Giorgio Napolitano.

E ce ne sono tanti di cani come Tommy che affiancano i Vigili del Fuoco nelle missioni più pericolose, che sanno con cura e dolcezza prestare soccorso e rimanere vicino alle persone salvate per fare loro coraggio.

Sono dolci e teneri ma anche decisi e determinati, sono cani attenti a quello che avviene vicino a loro ed a quelle che sono le reali esigenze degli esseri umani, sanno essere discreti ma anche vicini e sanno consolare chi non ha più nulla con quella dolcezza che solo gli animali sanno avere.

I cani dei Vigili del Fuoco sono sempre insieme ai loro padroni, infaticabili, per portare soccorso e speranza nelle popolazioni colpite da terremoti, inondazioni, frane. Non hanno paura quando per salvare qualcuno devono infilarsi tra le macerie tra il buoi, il freddo e l’aria irrespirabile.

Un cane speciale è così, dolce e discreto ma anche affidabile e coraggioso, e i cani dei Vigili del Fuoco sono una presenza solida e scherzosa, dolce e senza paura, sono davvero dei cani speciali.

Anche le altre Forze Armate hanno dei cani al loro fianco, basta pensare ai cani dell’Esercito, e con loro si sentono un po’ più sicuri perché sanno che i cani sono fedeli e non li tradiranno mai. I cani della Polizia, dei Carabinieri, delle Guardia di Finanza, ci sono sempre, in ogni occasione, non hanno paura e ci rendono tutti un po’ più forti.

A tutti i cani come Tommy, un caloroso saluto perché noi tutti abbiamo bisogno di loro.

di Valeria Fraquelli

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Immagini Pixabay in Creative Commons CC0

Labrador, il cane salva uomini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.