CES di Las Vegas, presente anche il Tech Made in Italy

10 gennaio 2018 | commenti: Commenta per primo |

Al CES di Las Vegas c’è anche l’Italia, stavolta con uno spazio tutto suo, per far conoscere l’Arte Italiana in campo tecnologico

Tra il 9 e il 12 Gennaio si terrà a Las Vegas, Nevada, il CES – Costumer Electronics Show. La manifestazione radunerà tutte le novità e tendenze tecnologiche internazionali. Si tratta della 51esima edizione, e sono ben 42 Paesi in tutto il Mondo, con circa 900 startup in totale, a delineare le caratteristiche e potenzialità della futura elettronica di consumo.

ces-2018-a-schedule-of-events

Il TILT – Teorema Incubation Lab Trieste – uno dei più importanti Hub digitali italiani ha voluto proprio portare alta la bandiera tricolore nella città delle Luci. Con il sostegno del Ministero dello Sviluppo Economico e di enti pubblici e privati ha lavorato per presentare diverse startup nostrane al CES, in uno spazio chiamato per l’appunto “Made in Italy, The Art of Technology”.

Tra le tante startup e idee presentate, ritroviamo anche Yape, il robot postino di cui abbiamo parlato a luglio.

Ma di cose da vedere ce ne sono anche molte altre.

Ecco alcune delle idee più originali.

Avanix

Startup fondata nel 2014, Avanix si occupa di progettare e realizzare dispositivi wearable che possono aiutare a migliorare la qualità della vita. Ha sviluppato, ad esempio, OiX Care. Si tratta di un sistema in grado di monitorare i pazienti malati di Alzheimer. E anche PaciBreath, un ciuccio che controlla la respirazione e gli eventuali spostamenti dei bambini.

Agricolous

Si basa su applicazioni cloud da impiegare in contesto agricolo. Permette il controllo delle coltivazioni, può prevedere le malattie delle piante, costituisce uno strumento di supporto per la scelta di fertilizzanti. Tutta la filiera della coltivazione viene tracciata. E’ un modo che permette che l’utente finale possa avere informazioni su tutto il procedimento. È una realtà già presente sul mercato, utilizzata da molte aziende nel settore.

Beltmap

Un navigatore GPS studiato appositamente per persone non vedenti o ipovedenti. Queste persone possono, così, muoversi autonomamente attraverso le vibrazioni inviate attraverso una cintura indossabile, che comunica all’app la propria destinazione tramite comando vocale.

Bautiful Box

È un dispositivo molto utile per chi possiede un animale domestico. Bautiful Box crea distrazioni e tiene in allenamento gli animali che restano a casa mentre i padroni sono assenti. Sfida, infatti, cani e gatti a svolgere attività o compiti, premiandoli quando li portano a termine.

Netgrid– Woolf

Woolf è uno strumento wearable studiato per i motociclisti concepito sfruttando l’IoT: li avverte in tempo utile, in anticipo, di tratte periolose o di ostacoli sulla strada, in modo da consentirgli di ridurre la velocità del mezzo senza incidenti.

UpSens

Il team di UpSens è originario del Trentino, e ha sviluppato soluzioni innovative in grado di migloarare la qualità dell’ambiente a noi circostante. Ha creato UpSens WAVE che misura le radiazioni elettromagnetiche emanate dai dispositivi elettronici. E anche UpSens AIR che misura la qualità dell’aria, l’umidità, eventuali perdite di monossido di carbonio e altre fonti di inquinamento.

Verso

Si tratta di un anello, di nome Verso One, dotato di sensori che acquisiscono i movimenti delle dita delle mani ad alte velocità. Si connette via bluetooth o Usb con smartphone o altri dispositivi, permettendoci di manovrare applicazioni e compiere interazioni i maniera naturale.

Veranu

In questo caso si tratta di una tecnologia da sfruttare tra le mura domestiche e non solo. È possibile produrre elettricità camminando su piastrelle “intelligenti” montate sul pavimento. Oltretutto si tratta di elettricità pulita, e le piastrelle stesse sono realizzate con materiali plastici riciclabili.

Emoj

Opera del Politecnico delle Marche, si basa sullo studio e l’analisi dei dati emozionali, nel pieno campo dell’emotional intelligence. Emoj permette di creare connessioni con gli utenti a livello emozionale. Ad esempio con i visitatori dei musei o con i clienti di un albergo, in modo da valutare il gradimento delle diverse esperienze.

ces 2

Molte altre sono le startup a presentarsi, e potrete saperne di più seguendo gli aggiornamenti dell’evento sul sito ufficiale.

di Simona Gitto

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *