Cibo biologico: fa davvero bene?

6 settembre 2020 | commenti: Commenta per primo |
Condividi con i tuoi amici:

Tutto quello che c’è da sapere sul cibo biologico

Si parla davvero tanto di alimenti biologici, si pensa che facciano bene, che siano più sicuri e più salutari, che apportino tanti benefici grazie al fatto che sono coltivati non utilizzando pesticidi e diserbanti chimici.

Negli ultimi anni il settore del biologico è sempre più di moda e riesce a muovere milioni di euro di fatturato, senza contare i cibi vegetariani e vegani che riescono anch’essi a produrre una buona fetta di profitto creando moltissimi posti di lavoro.

Ma sarà solo una moda o i cibi biologici fanno davvero bene? Sappiamo davvero cosa sono i prodotti biologici, e soprattutto cosa li distingue dagli altri?

Tra falsi miti e verità

Sull’argomento girano moltissime storie, tra mito e verità, che spesso mettono in difficoltà i consumatori e confondono le idee quando si tratta di scegliere cosa comprare tra gli scaffali del supermercato.

Prima di comprare un prodotto solo perchè è etichettato come “bio” bisogna stare molto attenti e verificare molto scrupolosamente l’etichetta.

Il cibo biologico deve rispettare pienaente un serio regolamento di produzione che obbliga i produttori ad essere rispettosi al massimo dell’ambiente, a non usare diserbanti e pesticidi chimici, a controllare scrupolosamente tutta la filiera di produzione per essere davvero sicuri che il cibo rimanga davvero biologico e non sia alterato.

In etichetta devono essere riportati gli ingredienti, i marchi (es. per identificare il soggetto legalmente responsabile per qualunque problema), i simboli (es. il coniglietto bianco per i prodotti cruel free) ed informazioni varie (es. se il prodotto è importato e se proviene dall’U.E. o da Paesi extra-U.E.) che necessitano al consumatore per orientare le proprie consapevoli scelte di acquisto.

Bisogna quindi sempre cercare qualche indicazione sull’involucro del prodotto alimentare o sulla etichetta che quasi sicuramente il produttore avrà apposto per far comprendere la natura ‘a basso impatto ecologico’ del bene.

Occhio alle falsificazioni

Ci sono però anche aziende disoneste che vendono dei prodotti coltivati con concimi, diserbanti, pesticidi chimici come biologici quando in realtà di biologico c’è poco o nulla.

Aziende che usano semilavorati esteri per niente biologici e spesso prodotti in condizioni igieniche precarie per poi arrivare a immettere sul mercato prodotti chiamati biologici.

Frutta e verdura, ma anche carne o pesce, legumi, olio, vino e tanto altro possono essere falsificati e venduti come sani, biologici ed il perchè si capisce andando a vedere i prezzi: un prodotto biologico costa in genere di più rispetto ad un prodotto tradizionale e quindi conviene, è lucroso e poi è anche di moda.

Questo va a scapito della nostra salute, di tutti quei produttori onesti che si impegnano per tenere alta la bandiera del “Made in Italy” nel mondo.

Il conclusione non si può dire con certezza se il cibo biologico possa fare bene all’organismo ma quello che è certo è che prima di comprare qualsiasi cosa l’importante è leggere bene l’etichetta.

di Valeria Fraquelli

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione del testo, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Le immagini Pixabay appaiono in Creative Commons CC0

Forse potrebbe interessarti anche:

Biologico. Alimentazione e stile di vita

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.