Il Cinese, di Andrea Cotti

26 settembre 2018 | commenti: Commenta per primo |

Uscito l’11 settembre 2018 per Nero Rizzoli è già un successo editoriale

 

Il Cinese è uno dei romanzi gialli polizieschi più avvincenti che abbia letto negli ultimi anni. Protagonista il vicequestore Luca Wu, poliziotto italiano di origini cinesi. Indaga su un duplice omicidio commesso nel quartiere di Tor Pignattara, dove dirige il Commissariato. Il delitto di cui sono vittime un uomo cinese, un commerciante, e la sua bambina è solo l’inizio di un intelligente  intrigo poliziesco.

Dal ritmo sostenuto e asciutto, il romanzo ci porta nei meandri della comunità cinese romana impenetrabile e allo stesso tempo affascinante. Solo un poliziotto ‘cinese’ con alle spalle una sequela di casi risolti può avere delle chance.

commissariato-torpignattaraNon è un caso che Luca Wu venga trasferito da Bologna a Roma per dirigere il Commissariato di uno dei quartieri più multiculturali della Capitale, dove è numerosa la comunità cinese. Vive alla Garbatella e lavora a Tor Pignattara

Andrea Cotti ci porta letteralmente a spasso per le strade di questo quadrante periferico, tra  le attività commerciali e gli abitanti che lo popolano. Pagina dopo pagina ci si sente più coinvolti, nelle indagini e dalle personalità dei vari personaggi. La trama è intricata, ma mai scontata e la capacità narrativa di Cotti ci permette di non perdere mai il filo della matassa. Senza mai abbassare il ritmo del racconto inframezza la storia con un sunto che precede i passi del racconto.

Più di 500 pagine in cui si viene totalmente ingoiati dagli eventi.

Il Cinese è un viaggio a Roma. E’ un viaggio nella cultura cinese, nelle arti marziali ed è un viaggio interiore di un uomo che si sente diviso a metà. La lontananza dalla famiglia, il rapporto con il padre, la passione incontrollata per le donne. Luca Wu è un uomo intelligente che mette in gioco tutto se stesso per scoprire la verità.

Come dice di lui l’autore, Luca Wu è un eroe.

Chi è Andrea Cotti

andrea-cotti-il-cineseClasse ’71, bolognese, di San Giovanni in Persiceto. Vive tra la campagna di Crevalcore e la Garbatella a Roma.

E’ uno scrittore e uno sceneggiatore. Scrive poesie, romanzi noir, romanzi per ragazzi. Scrive per la radio, il cinema e la televisione. Ha sceneggiato L’Ispettore Coliandro, Ris Roma, Squadra Antimafia e Squadra Mobile.

Per il cinema ha scritto i film: Un gioco da ragazze (2008), dal suo omonimo romanzo, prodotto da Coloradofilm e RAI cinema, in concorso al Festival del Cinema di Roma, e diretto da Matteo Rovere; Marpiccolo (2009), dal suo romanzo Stupido, prodotto da Overlook Production e RAI cinema, in concorso al Festival del Cinema di Roma, presentato al Festival del Cinema di Bari, e diretto da Alessandro di Robilant; Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio (2010), prodotto da EMME produzioni e RAI cinema, e diretto da Isotta Toso, e Breve storia di lunghi tradimenti (2012), prodotto da EMME cinema e RAI cinema, e diretto da Davide Marengo.

Il Romanzo verrà presentato per la prima volta a Roma alla Libreria Novarcadia – Ubik di Casalpalocco il 6 ottobre alle ore 11.00 alla presenza dell’autore.

 

di Cristina Anichini

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.