Classic Blue, Pantone 2020

26 febbraio 2020 | commenti: Commenta per primo |

Classic Blue…. siete pronti ad innamorarvi?

 

Elegante nella sua semplicità, calmante, deciso ed intenso, il Classic Blue – pantone 19 – 4052 è il colore pantone dell’anno 2020. Una tonalità di blu intenso che si avvicina all’indaco.

Dopo l’energico Coral Living del 2019 ora è la volta di un colore “rassicurante, pieno di calma e sicurezza, che crea connessioni e ci incoraggia a guardare oltre l’ovvio per espandere il nostro pensiero, sfidandoci a pensare in profondità, ad ampliare la nostra prospettiva e ad aprire il flusso della comunicazione”, come dichiarato da Leatrice Eiseman, Executive Director di Pantone Color Institute, che afferma inoltre che “viviamo in un momento che richiede fiducia e fede. Credo che questo tipo di costanza e di fiducia sia ben espressa dal Pantone 19 – 4052 Classic Blue, un blu solido e profondo su cui possiamo sempre fare affidamento”.

Basta farci caso, perché già è ovunque! Sono giorni infatti che vediamo questa tonalità sulle passerelle delle sfilate, sulle copertine delle riviste, su molti siti web e su Instagram.

Questa tinta seppur fredda è capace di creare un contrasto piacevole con il bianco e le cromie neutre. Un tono scuro in grado di restituire la luce naturale con riflessi eleganti, si presta agli accostamenti materici di legno e di pietra, ma anche con tessili dalle texture morbide come i velluti e la moquette. Questa punta di blue, che si ispira alle suggestioni naturali di un cielo all’alba, sa essere anche molto moderna nel mondo delle decorazioni d’interni. Una colorazione che dà carattere alla casa esaltando e legando anche gli elementi di arredo esistenti.

Ma come possiamo portare questa nuance nelle nostre case?

Secondo Houzz, la piattaforma online per il rinnovo e design della casa, il blu è un colore che inneggia alla calma interiore e per questo è possibile sceglierlo per una camera da letto anche nell’effetto “scrigno”, ovvero con tutte le pareti blu per rendere la zona notte un vero rifugio.

Oppure per una cucina, accostandolo al legno ma anche abbinandolo ad altre tinte quali: il corallo, il grigio, il verde, il giallo, il bianco o alle infinite colorazioni neutre. Il blu si pone come morbida sostituzione al classico nero o al bianco scandinavo, per dare una gradazione intensa ma dotata di più respiro e profondità.

Un altro modo per inserire il pantone dell’anno nelle nostre case, con naturalità e senza grandi stravolgimenti, è quello di avvalerci di questo colore, per ravvivare gli ambienti attraverso dettagli quali la tappezzeria di un divano, un copriletto, un cuscino o piccoli arredi capaci di catalizzare l’attenzione senza appesantire la stanza.

 

Che altro dire se no …..sbizzarritevi a provarlo!

di Alessandra Lino, architetto

Creativa seriale

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

 

 

 

 

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.