Il cloud, che cos’è davvero

20 marzo 2019 | commenti: Commenta per primo |

Da un po’ di tempo tutti parlano di cloud, ma sappiamo cos’è davvero questa nuova tecnologia che promette di semplificare la vita?

Sul cloud è stato detto tutto e il contrario di tutto, molti sono confusi e non sanno descrivere tutte le funzionalità che si aprono di fronte a noi e ci catapultano nel mondo del futuro, infatti le funzionalità del cloud computing agevolano la collaborazione e la condivisione delle informazioni, aiutando la rete a perseguire un modello di business più collaborativo e a fornire assistenza migliore a un costo inferiore.

Per alcuni esperti il cloud è la “terza rivoluzione dell’informatica”, perché permette di salvare e vedere i propri documenti da qualsiasi device collegato alla rete, una bella comodità. Vedere i propri documenti salvati e condividerli non è mai stato così facile, bastano pochi semplici click il gioco è fatto.

E per capire davvero come funziona il cloud cosa è maglio del Mobile World Congress di Barcellona? Il Mobile World Congress di Barcellona è da anni l’evento del settore mobile più importante al mondo. Ed è qui che si vedono all’opera le funzionalità più innovative del cloud.

I device continuano a ricoprire un ruolo molto importante nell’ecosistema mobile, ma in parte stanno diventando delle commodity, dall’altra mantengono il loro valore e un ruolo differenziante solo se permettono di accedere in modo efficace ai servizi e alle app dell’ecosistema cloud.

È nel cloud, e in una visione ampia di cloud che include public cloud, private cloud ed edge, dove oggi si crea valore e questa tendenza è stata decisamente il filo conduttore di tutta l’edizione 2019 del Mobile World Congress.

E si sa per passare da semplici device a commodity ci vuole una nuova tecnologia, la tecnologia 5G. I nostri device tecnologici grazie al cloud e alla tecnologia 5G sono sempre connessi e possono svolgere innumerevoli funzioni, più sarà grande e attiva la rete la rete 5G più attivi sarà il cloud che estenderà sempre di più il suo utilizzo.

Portare il cloud fuori dal suo solito utilizzo per espandere ancora di più le sue funzionalità è un’impresa che fino a poco tempo fa sembrava impossibile ma adesso è possibile e dobbiamo prepararci a comunicare con tutti, anche con i nostri elettrodomestici.

Tecnologia 5G e cluod si intrecciano, perché sono collegati e insieme ci faranno scoprire il futuro.

La banda base è già da anni predisposta per il 5G ed è sufficiente installare una scheda aggiuntiva per abilitare velocità di connessione, sempre dalle antenne alla rete, a 10 Gbit/s dall’attuale Gigabit e in prospettiva si potrà arrivare a 25 Gbit/s.

Inoltre la banda a 700 MHz, insieme a quella a 3.700 MHz, sarà quella utilizzata per le connessioni 5G dei cellulari e Huawei ha anche mostrato un’antenna che integra in un unico componente entrambe le bande di frequenze. Ma le nuove antenne sono davvero pericolose per la salute? Questo non è ancora sicuro, ci vorranno altri test e altre analisi, nel frattempo possiamo solo aprire la porta al futuro.

Quello che è certo è che cyber security, Blockchain e cloud saranno sempre più collegate in futuro; il cloud sarà sempre più grande e la tecnologia Blockchain servirà per garantire la sicurezza, andando al di là del suo ambito delle transazioni con monete virtuali.

di Valeria Fraquelli

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Immagini Pixabay in Creative Commons CC0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.