Domenica 13 si torna a correre a Roma!

12 settembre 2020 | commenti: Commenta per primo |
Condividi con i tuoi amici:

Finalmente si torna a correre un po’ ovunque, anche al tempo del Covid-19

Nello scorso numero estivo del nostro Tablet Run avevamo chiesto a gran voce di tornare a correre, laddove ormai tutti gli sport erano ripartiti.

Finalmente sono arrivate le buone notizie che ci hanno permesso di tornare a gareggiare, naturalmente, con le dovute preoccupazioni.

Purtroppo la situazione del Covid-19 in Italia non accenna a diminuire nel numero dei contagi, qualcuno dice che le vacanze hanno favorito la nuova crescita di malati.

Le discoteche in primis sono state additate come focolai, così come alcune località balneari e anche molti locali sono stati chiusi.

Quale sarà la situazione nei prossimi mesi o addirittura nelle prossime settimane è impossibile da prevedere.

Siamo tra due fuochi, l’impossibilità di richiudere tutto in lockdown che ci farebbe piombare in una crisi economica senza precedenti e il vaccino, da poco iniettato all’Ospedale Spallanzani, che fa sperare nella produzione in larga scala per la primavera.

In mezzo ci sono gli esseri umani, non una cosa da niente su cui scherzare, e tra di loro, tra gli appassionati di svariate cose della vita, ci siamo noi, umili runners, che cerchiamo di mantenerci in forma e perché no, di tenere alte le barriere del sistema immunitario con il nostro sport preferito, che si sa, male non fa.

Si è ripreso a correre con fiducia nel frattempo, dalla metà di agosto, con alcune regole base stabilite dalla Fidal in accordo con rigidi protocolli sanitari.

Le modalità di partenza

A far discutere è stata fondamentalmente la modalità di partenza, dove i famosi assembramenti sono fisiologici all’inizio della gara. Si è data allora la facoltà agli organizzatori di poter scegliere tre modalità di partenza: a cronometro individuale o a scaglioni ogni tre minuti di 50 atleti (comunque distanziati anche tra di loro) e con mascherina da gettare nei contenitori poco prima del via oppure a scaglioni ogni 5 minuti di 200 atleti (sempre distanziati) con mascherina gettabile dopo 500 metri di corsa.

Questa la principale regola stabilita, oltre ovviamente a tutte le norme di sicurezza da mettere in pratica prima della gara e all’arrivo come da normativa vigente, quindi con gel, distanziamento, premiazioni con mascherine e norme di buon senso comune alle quali il Covid 19 ci ha costretto (e su alcune igieniche… era ora!)

Mentre in alcuni parti d’Italia si sono già sperimentate le prime corsette con successo, ecco che anche Roma arriva al banco di prova con alcune gare che provano a non finire nel triste calendario delle ‘annullate’ che in questi mesi, ahinoi. è stato protagonista negativo delle nostre agende.

Domenica 13 settembre a Roma ecco la Cinecittà World Run

Il primo appuntamento delle gare confermate ad oggi sarà con la Cinecittà World Run del 13 settembre, quarta edizione della corsa che si svolge tra Roma e Pomezia dove sorge il famoso parco giochi di Castel Romano, sulla lunghezza di 8 chilometri da percorrere.

Con l’augurio che le competizioni possano riprendere a riempire le nostre domeniche, anche perché vorrà dire che stiamo vincendo la battaglia con il Coronavirus, speriamo di darvi altre buone notizie il prossimo mese.

di Lorenzo Sigillò

immagini © di fotoincorsa.com

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Runners e Covid-19: ma le gare?

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.