Covid-19, Burro e Menta all’Istituto Clinico di Casalpalocco

1 aprile 2020 | commenti: Commenta per primo |
Condividi con i tuoi amici:

Covid-19. A Casalpalocco due eccellenze del territorio si incontrano

 

L’emergenza Covid- 19 prosegue ancora senza sosta. Leggeri miglioramenti si registrano in alcune Regioni come per esempio il Lazio, ma non è ancora il momento di abbassare la guardia. I tempi si prospettano più lunghi del previsto.

Dal punto di vista economico, molte sono le attività che soffrono del cosiddetto lockdown che ha coinvolto indistintamente tutto il territorio nazionale.

Il settore enogastronomico è uno dei più colpiti, bar, ristoranti, pub, pizzerie. Molti si sono organizzati con le consegne a domicilio, hanno drasticamente ridotto il personale e di pari passo la richiesta di materie prime.

Il settore è quindi fortemente colpito ma non fermo. Tanti sono gli imprenditori che si stanno prodigando in opere di beneficenza, in particolar modo a sostegno del personale medico e infermieristico che in questo momento è in prima linea per combattere questo male ancora poco conosciuto.

Ve ne raccontiamo una: la bella inziativa promossa da Marco Porrini, proprietario di Burro e Menta, noto ristorante di Casalpalocco.

Marco ha pensato bene di offrire dei pasti gratuiti all’Istituto Clinico Casalpalocco, divenuto su richiesta della Regione Lazio,  presidio ospedaliero Covid Hospital . Giovedì scorso ha portato una delle sue specialità, la pinsa romana. Vorrei segnalare che Burro e Menta è uno dei pochi ristoranti certificati per la produzione della vera pinsa romana. Domenica è stata la volta del pranzo con piatti classici domenicali, gli gnocchi, la lasagna, pollo arrosto con patate e verdure grigliate.

Il personale che in questi giorni è preso dall’emergenza ha gradito molto questa offerta.

Le pietanze sono state preparate ovviamente con tutte le attenzioni sanitarie che si convengono, in particolar modo in questo periodo così delicato, seguendo le linee guida del Ministero della Salute.

Ricordiamo che Burro e Menta ha ricevuto dall’Accademia Italiana della cucina un riconoscimento per la selezione di prodotti di qualità nel rispetto della cucina tradizionale.

Proprio domenica abbiamo accompagnato Marco nella consegna del pranzo, accolto dalla dott.ssa Azzolina, dal dott. Marchesi e da loro personale medico e infermieristico. Un momento gioviale che ha sicuramente alleggerito le tensioni di questi giorni.

L’ICC – Istituto Clinico Casalpalocco è una delle eccellenze sanitarie del nostro territorio.

Sito nel cuore di Casalpalocco ha sospeso del tutto la sua consueta attività sanitaria privata mettendo a disposizione complessivamente 101 posti letto, di cui 30 in Terapia Intensiva, 18 in Sub Intensiva e 53 di degenza ordinaria. Al momento ci sono 45 pazienti ricoverati tra Terapia Intensiva e degenza post acuti.  Nella struttura sono operativi circa 100 infermieri, 40 tra medici e anestesisti e 20 tra addetti alla sanificazione e gestione organizzativa.

Sempre su richiesta della Regione GVM Care & Research ha messo a disposizione complessivamente altri 33 POSTI IN TERAPIA INTENSIVA, in questo caso, per i pazienti NON COVID all’interno di 2 delle strutture del Gruppo presenti nella Regione Lazio, ovvero nell’Ospedale San Carlo di Nancy e a Villa Tiberia Hospital, per alleggerire il carico degli Ospedali pubblici

Il primo dotato di Pronto Soccorso, struttura accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale, ha messo a disposizione 30 letti in Medicina, con disponibilità dell’intero reparto e delle chirurgie, per pazienti NO-Covid, .

Villa Tiberia Hospital (accreditato anch’esso con il SSN) ha messo a disposizione 50 letti per pazienti di media e alta complessità in area medica-respiratoria e sub intensiva, per pazienti NO-Covid.

In questo periodo Burro e Menta è aperto per le consegne a domicilio. Chi desidera può visitare la loro pagina Facebook e chiamare per un ordine. Non ve ne pentirete!

 

 

di Cristina Anichini

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

 

 

 

 

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.