Cura della pelle in inverno

12 febbraio 2020 | commenti: Commenta per primo |

Nutrire la pelle in inverno: cosa non deve mancare sul vostro viso

 

Se durante le stagioni calde alcuni tipi di pelle possono naturalmente bilanciarsi e non richiedere di ulteriori cure oltre alla corretta idratazione e una routine di pulizia adeguata, col freddo non c’è pelle che si salvi.

Quando le temperature si abbassano, la pelle del nostro viso tira e le labbra si screpolano.

A livello fisiologico questo avviene perché il freddo restringe i capillari e rallenta la circolazione, la pelle riceve così meno ossigeno e diventa quindi più arida e spenta.

Come se non bastasse, la normale umidità della stagione causa il raffreddamento più veloce delle pelli umide alterandone gli equilibri naturali dei grassi cellulari che proteggono la pelle.

Quando la struttura di questi lipidi viene aggredita e indebolita da umidità e sbalzi di temperatura, si creano screpolature, rossori e desquamazioni.

L’unico modo che abbiamo per combattere questo fastidio è la cura specifica, attenta e costante.

Ciò vuol dire che non basterà l’applicazione saltuaria di una massiccia quantità di qualunque idratante per curare la pelle rovinata dal freddo, ma sarà bene agire quotidianamente, nelle giuste quantità e nella corretta modalità.

In questo articolo ti darò una serie di informazioni e consigli che potrai usare a tuo piacimento e senza paura di controindicazioni.

Come abbiamo sempre detto, la salute della pelle passa anche dalla tavola.

Se è vero come è vero che il freddo aggredisce la nostra epidermide e se è vero come è vero che le creme possono aiutare in modo incisivo il miglioramento di questa situazione, è anche vero che per aiutare le creme ad avere un effetto duraturo dobbiamo anche prenderci cura del nostro corpo dall’interno.

Alcuni consigliano anche degli integratori ma, ovviamente, in questo caso è importante che ciascuno si rivolga a un medico con analisi alla mano.

Quello che invece possiamo fare senza paura è scegliere gli alimenti in base alla stagionalità.

Senza dubbio scegliere frutta e verdure di stagione rispetto a quelle di serra o importate e mantenere il corpo idratato permetterà all’organismo di dare un aspetto più salutare e mantenere più turgida l’epidermide.

Ricordo che scegliere frutta e verdure di stagione rispetto all’altra di serra o di importazione, garantisce un maggior numero di vitamine e nutrienti. A livello di immagine, possiamo pensare che più km un alimento fa per arrivare alla nostra tavola, maggiore sarà la quantità di vitamine e nutrienti che lascia per strada.

Per quanto riguarda l’idratazione poi, complice il freddo, in inverno è molto più facile “dimenticarsi” di bere.

Una buon escamotage è quella di prepararsi delle tisane calde che ne invoglieranno l’assunzione.

Badate però a non zuccherarle: scegliete gli infusi di fiori o frutta che hanno già naturalmente un sapore gradevole.

Se ci abituiamo gradualmente ai sapori naturali, saremo portate ad apprezzare maggiormente le varietà di aromi.

Togliere lo zucchero, a livello gustativo è come allargare la gamma delle nostre esperienza gustative, questo perché il glucosio raffiato, oltre ad essere altamente infiammante per il nostro organismo, copre molti sapori rendendoli tutti simili.

Una volta assicurato di aver fatto il nostro dovere a tavola, andiamo a vedere come trattare esternamente la pelle.

La prima cosa da fare è usare una crema adatta all’inverno.

La sua caratteristica sarà la profonda capacità nutritiva a base di acido ialuronico, glicerina e alloina. E’ possibile anche fare degli impacchi casalinghi con oli e burri vegetali ricchi di acidi grassi essenziali in grado di ridonare compattezza e turgore alle pelle.

Per calmare il rossore consiglio i prodotti a base di argilla bianca, acido glicirretico, rusco e orzo, questi infatti hanno proprietà lenitive.

Usate poi la malva, la calendula e il miele per restituire alla pelle morbidezza.

Assolutamente da non dimenticare è la vitamina E che, con la sua azione antiossidante protegge la pelle dall’azione negativa dei radicali liberi.

Per mantenere negli anni la pelle elastica, nutrita e turgida è importante trasformare questi semplici consigli in uno stile di vita: agendo adeguatamente a seconda della stagione e del contesto in cui si vive.

Aggiungere  una alimentazione sana e la cura attenta dei trattamenti viso specifici, darà alla vostra pelle una carica di benessere in più che conserverà nel tempo.

Buon febbraio allora e prendetevi cura della vostra pelle.

di Marina Grappasonni

Masi Estetica

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.