Dalla parte dei randagi sempre

5 giugno 2019 | commenti: 1 |

Xenia Prelz, una storia particolare di passione e impegno: dalla parte dei randagi sempre

Oggi ho deciso di presentarvi un libro che ho appena letto, o meglio divorato tutto d’un fiato: “Dalla parte dei randagi sempre: Xenia Prelz, una storia particolare di passione e di impegno”, scritto da Erika Sartori e pubblicato da Monica Infantino Creazioni Editoriali (2019 – in tiratura limitata).

Si tratta della biografia di Xenia Prelz, arricchita dalle testimonianze degli amici, dei collaboratori e dei clienti, che nell’arco di tutti questi anni hanno avuto l’opportunità di conoscerla ed apprezzarla.

Chi è Xenia Prelz

La vita di Xenia, classe 1935, ha avuto inizio nelle vicinanze di Fiume (ex Jugoslavia) negli anni che precedettero l’inizio della Seconda Guerra Mondiale, ed è stata costellata di incontri importanti sia con umani che con animali, che le hanno fatto scegliere la strada dell’animalismo e della lotta al randagismo, che percorre tutt’oggi con lo stesso impegno ed entusiasmo di quando ha iniziato.

Presso la clinica della Fondazione Prelz, di cui è Presidente, si effettuano ogni anno moltissime sterilizzazioni di cani e gatti, ad un prezzo estremamente contenuto per agevolare le tante associazioni di volontariato che recuperano animali in situazioni di difficoltà.

A Campagnano, ad un passo da Roma, vi sono, oltre alla clinica, sia uno splendido rifugio per randagi che una pensione a 5 stelle, dove trovano ospitalità sia cani e gatti abbandonati, sia animali di proprietà per periodi più o meno lunghi.

E non solo!

Presso la fondazione vivono anche due asinelli, Chiara e Niccodemo, ed ogni primavera nidificano tantissime rondini, anche dove meno ce lo aspetteremmo (ad esempio la sopra la scrivania di Xenia!).

Raccontata così in due parole la storia di Xenia potrebbe sembrare una come tante, ma non lo è.

La vera Xenia, quella che non traspare dalle apparizioni in televisione e dalle interviste che ha rilasciato negli anni, trova il suo ritratto più nitido e somigliante al vero nelle testimonianze di chi ha avuto la fortuna di incontrarla e di conoscerla bene.

Aneddoti che risalgono alla sua infanzia, e poi alle varie tappe della sua vita, con tanti cambi di città, lavoro e situazioni familiari, la dipingono in una sorta di chiaroscuro come una donna apparentemente forte e sicura di sé, ma che dietro ad un aspetto serio ed austero, nasconde un’anima sensibile, delicata ed a tratti fragile.

L’autrice, Erika Sartori

Come singoli scatti di un album fotografico, ciascuna delle persone che hanno dato il proprio contributo ad Erika Sartori per la redazione di questo libro, racconta un particolare, una sfaccettatura, un ricordo speciale che immortala un’immagine diversa di Xenia.

Io stessa ho dato il mio piccolo contributo con il mio modo di vedere e conoscere Xenia, e la stima e la riconoscenza che provo nei suoi confronti, sia come educatore cinofilo, sia come adopter della mia cagnolina June (vedi Tablet Roma di aprile).

Una donna speciale, che ha aiutato ed aiuta ancora ogni giorno tanti animali in difficoltà, accogliendoli nella sua struttura e preoccupandosi per il loro benessere emotivo, per la loro salute ed attivandosi per garantire loro un futuro di qualità presso adottanti selezionati.

Xenia è un punto di riferimento sul territorio del Centro Italia, pronta ad far affrontare ai propri collaboratori anche lunghi viaggi, per garantire una buona adozione al nord Italia, od addirittura all’estero.

E se, come prima accennavo, il libro è scorrevole e mai pesante e si divora in un attimo, dopo averlo riposto nella nostra libreria, rimane nella mente e nel cuore l’immagine di questa anziana signora instancabile, esempio per tutti coloro che si dichiarano animalisti, ma che non hanno mai avuto il coraggio di intraprendere un percorso di vita faticoso, ricco di code scodinzolanti e occhi riconoscenti, ed anche, come spesso accade, di ostacoli ed avversità.

Chi volesse acquistare il libro può contattare direttamente la Fondazione Prelz, fondazioneprelzonlus@yahoo.it.

Tutto il ricavato delle vendite verrà destinato alle campagne di sterilizzazione gratuita presso la clinica della Fondazione.

di Elena Cannella

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

1 commento

  • Milena ha detto:

    Ci fossero più persone come lei o fondazioni come la sua,il mondo sarebbe migliore…la ringrazio e vorrei sapere come acquistare il libro….Milena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.