Dominia Zamara al Tempietto

24 luglio 2019 | commenti: Commenta per primo |

La Serva Padrona di Pergolesi al Teatro Marcello

 

Dominika Zamara al Tempietto il 3 agosto.

Al Teatro Marcello potremo assistere all’opera La Serva Padrona di Pergolesi, nel ruolo di Serpina un volto oramai noto, il soprano Dominika Zamara, artista che abbiamo già avuto modo di conoscere, sentiamo dalla sua voce.

Buongiorno Dominika, è sempre un piacere incontrarti, sappiamo che il 3 agosto sarai nuovamente a Roma con l’opera La Serva Padrona di Pergolesi, raccontaci di più su questo appuntamento.

Buongiorno è sempre un piacere per me tornare a Roma ad esibirmi, allora saremo al Teatro Marcello il 3 agosto alle ore 20:30 per il Festival Notti Romane al Teatro Marcello, ci sarò io nel ruolo di Serpina, il basso Alessandro Calamai nel ruolo di Uberto e l’attore Angelo Jannoni Sebastianini nel ruolo di Vespone il servo muto.

Descrivici un pò quest’opera ed il tuo ruolo.

E un opera buffa del 700 di Pergolesi, Uberto un signore un pò attempato benestante ha in casa due servitori, la giovane ed irriverente Serpina e Vespone un l’altro servitore muto. Serpina e una donna brillante e cerca in ogni modo di farsi sposare da Uberto per diventare Padrona e grazie alla sua furbizia e con la complicità di Vespone riesce nel suo intento è un opera buffa e mai banale.

Quindi come sarà il la tua Serpina?

Una donna molto dispettosa con il padrone Uberto e se la prende sempre con il povero malcapitato Vespone e sopratutto molto furba ed inteligente, quindi ne vedremo delle belle.

Ho una domanda da farti, in ogni opera in cui canti devi interpretare ruoli diversi, con caratteristiche diverse, cosa vuol dire per te.

Bella domanda, già da quando studio un ruolo mi trasformo e fin ché non è finita l’opera io non sono più me stessa ma sono quel personaggio e su palco vivo le sue emozioni, poi quando finisce mi sento un vuoto dentro, mi manca quel personaggio che è stato dentro alla mia anima e che ha vissuto con me e una cosa metafisica che non riesco spiegare a parole.

Qual’è il ruolo che ti è restato nel cuore.

Diciamo che tutti i ruoli che ho interpretato mi sono rimasti nel cuore, se dovessi sceglierne uno in particolare direi Mimi nella Boheme di Puccini, nel 2009 fu il ruolo con il quale debuttai in Italia la patria dell’opera. Fu un periodo magico per me ricordo che vivevo a Verona in una casa simile a quella descritta nel opera.

Un ultima domanda con quale repertorio ti trovi meglio attualmente?

Attualmente mi trovo canto molto Mozart e Bel Canto, Bellini e Donizetti infatti sto preparando il ruolo di Adina nell’Elisir d’amore di Donizetti che faremo nelle Langhe con il basso Dante Roberto Muro il 31 agosto.

 

 

 

Non ci resta che augurarti in bocca al lupo per tutto e ringraziarti per il tempo dedicatoci.

Crepi e grazie a voi.

Noi ricordiamo l’appuntamento con La Serva Padrona al Teatro Marcello il 3 agosto alle ore 20:30.

Vi invito a visitare il sito del soprano Dominika Zamara www.dominikazamara.eu

 

a cura della redazione

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.