Dominika Zamara e i leader di Chopin

27 giugno 2018 | commenti: Commenta per primo |

La soprano Polacca in scena il 5 luglio ai Concerti del Tempietto

Abbiamo avuto il piacere di incontrare il soprano Dominika Zamara, che tra un impegno e l’altro ci ha concesso un pò del suo tempo per parlarci del suo ultimo lavoro discografico: “Chopin Lieder OP. 74” edito dalla torinese Elegia Classics.

Ripercorriamo brevemente la carriera di Dominika, artista di origine polacca cresciuta artisticamente in Italia. Nel 2006 vince un borsa di studio per il Conservatorio Statale di Verona, nel 2007 si Laurea con il massimo dei voti all’Università Musicale di Wroclaw (PL), durante la sua carriera si esibita in gran parte d’Europa, U.S.A., Messico, Cina e Corea del Sud in opere, concerti e Festival.

dominika-zamara-web-1

Buongiorno Dominika, innanzi tutto raccontaci la scelta di registrare un disco su questo repertorio molto particolare?

Chopin è un compositore che adoro e questi lieder sono le sole cose che scrisse per la voce, su testi di grandi poeti polacchi. Da molto tempo volevo registrare queste perle, nel disco c’è l’intero ciclo che comprende 19 lieder più uno che abbiamo riscoperto e tre bonus track di altri compositori polacchi Moniuszko e Paderewski. Posso dire che questo disco è un omaggio alla mia terra, la Polonia.

 

Come si è svolto il lavora in studio di registrazione?

C’è sempre stata una grande coesione in sede di registrazione (nb Pink Soud Studio), oltre che tra me e Franco Moro il pianista che ha registrato con me il disco, anche con il nostro Tecnico del Suono Luca Panebianco il quale ha fatto un ottimo lavoro nel mix e master, ed il conforto di poter lavorare con un tecnico che sai anche musicista è una cosa non trascurabile.

dominika-zamara-web

Questo è il tuo quarto album in studio ed il primo per la Elegia Classics, come ti sei trovata con questa nuova casa?

Mi sono trovata molto bene, finite le registrazioni tempo un mese ed era tutto pronto, una grande professionalità, abbiamo fatto squadra per tutto il processo di produzione.

 

Ci sono altre sorprese che dobbiamo aspettarci da questo disco?

L’ultima, ma non in ordine di importanza, è che a breve uscirà un videoclip sul lieder Sen di St. Moniuszko, scritto e diretto dal regista Marvin Miller, girato nel Bellunese. La scelta di girare il video è ricaduta sul padre dell’opera polacca già che l’anno prossimo sarà il suo anniversario. Il video è molto onirico, ma non voglio anticipare nient’altro.

 

Come reagisce il pubblico quando canti questi repertori, in Italia ed in altri paesi?

Solitamente piacciono molto, ho fatto diversi concerti in Italia proponendoli ed il pubblico ne era entusiasta. Ricordo che feci un tour in Messico (Città del Messico e Zacatecas) nel 2014 dove cantai al Palacio Des Belles Artes il più bel Teatro del Messico e dopo il concerto c’erano tante persone che venivano a chiedermi la storia di queste perle o l’esatta pronuncia dei titoli, invece in Polonia per quanto conosciuti sono sempre amatissimi.

 

Ho visto nel tuo sito che il 5 luglio eseguirai un concerto al Teatro Marcello di Roma, proporrai anche qualche lieder? Sarà la tua prima esibizione nella Città Eterna?

Certamente questa sarà un occasione per presentare questo nostro lavoro e ne sono felice. Sarà una grande emozione per me esibirmi al Teatro Marcello un luogo così storico. Tra l’altro adoro Roma, la sua storia e le architetture, in ogni angolo si può vedere qualcosa di incredibile è una città che non smette mai di stupirmi. Mi sono esibita diverse volte nella così detta Città Eterna, e sempre ho trovato un bel pubblico che mi ha accolto con molto calore.

 

Vivi in Italia, come mai la scelta è ricaduta su questo paese?

E’ l’Italia che mi ha scelta. Subito dopo la laurea ricevetti una proposta di ingaggio da un agenzia e la accettai. Questo mi diede modo di continuare a studiare con i grandi Maestri il Bel Canto Italiano e non smetterò mai di ringraziarli tra loro E. Demori, M. Melani e D. Anselmi.

Ringraziamo il soprano Dominika Zamara per il tempo concesso.

di Enrico Zanon

Per chi volesse maggiori info: www.dominikazamara.eu

 

zamara_booklet-001

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.