Drink ispirati ai film

27 marzo 2019 | commenti: Commenta per primo |

 

Drink ispirati ai film

 

Due barman e una barlady si ispirano ai film colossal del nostro passato e creano suggestivi drink da assaporare ad occhi chiusi.

Qui le ricette da provare anche tra le mura di casa.

 

 

 DRINK: C’ERA UNA VOLTA IN AMERICA (ispirato al film “C’era una volta in America”, di Sergio Leone, 1984)
BARMAN: Federico Leone

 

INGREDIENTI:

60ml -VII HILLS Italian Dry Gin
Infuso istantaneo di popcorn tostato
20ml – limone fresco
10ml – sciroppo di sale
Top birra italiana

Bicchiere: Coppa

PREPARAZIONE:
Versare il gin VII Hills su pop corn tostati, in modo da acquistarne sapore con una infusione istantanea, aggiungere succo di limone fresco , sciroppo di sale , shakerare il tutto e versare il contenuto all’interno del bicchiere, ghiaccio e top di birra per terminare il drink.

 

 


ISPIRAZIONE:
C’era una volta in America, ultimo capolavoro del regista Sergio Leone che ha richiesto 10 anni di preparazione e dove sicuramente ha impiegato tutta la sua passione per il cinema è un film che nella sue quasi 4 ore ti tiene incollato alla poltrona e viene voglia di rivederlo più volte nel tempo. Quale miglior modo di celebrarlo, inserendo in questo drink gli elementi principali che identificano un’Italia che va al cinema per ammirare il capolavoro del Maestro. VII Hills vuole omaggiare la passione e l’arte del cinema italiano di un tempo che tutto il mondo ci invidia e che spesso vuole onorare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 DRINK: DJANGO
(ispirato al film “Django unchained”, di Quentin Tarantino, 2012)

BARMAN: Manuel Di Cecco, barman del Freni e Frizioni di Roma

 

INGREDIENTI:

3cl rum Abuelo 7
3cl cachaca Leblon
1,5cl Velvet Falernum
1,5cl succo di lime
1,5ml succo di pompelmo rosa
2cl sciroppo di passion
3cl succo di guava
Walnut Bitter

Bicchiere: Hurricane
Garnish: Lime disidratato e ciuffo di menta

PREPARAZIONE:
Versare gli ingredienti in uno shaker, mescolare con un barsooon e p shakerare con vigore. Filtrare tutto in un bicchiere hurricane con ghiaccio a cubi e aggiungere ghiaccio tritato sul quale verrà versato il bitter.

 

ISPIRAZIONE:
Questo drink ha ispirato una delle precedenti drink list del Freni e Frizioni ispirata proprio al cinema. Infatti, vedendo ‘Django Unchainned’ ci siamo resi conto che in una particolare scena Leonardo di Caprio ordina un Polynesian Pearl Diver e ci siamo domandati: perché non fare un menù basato sui drink bevuti nei film o con drink che comunque richiamino ad esso? Ecco che nasce Django, un twist sul drink tiki Polynesian Pearl Diver.

 

DRINK: ROMA FORMIDABILE
(ispirato al film “Mamma Roma”, di Pier Paolo Pasolini, 1962)

BARLADY: Sabina Yausheva del The Pantheon Iconic Hotel di Roma

 

INGREDIENTI:

3,5 cl Gin VII Hills
2 cl Amaro Formidabile
3,5 cl Vermouth Oscar 697

Bicchiere: Coppa

Garnish: Peel di carota, germogli, timo

Metodo di preparazione: Stir & strain

 

PREPARAZIONE:
Freddare un mixing glass con del ghiaccio che andrà successivamente rimosso. Versare tutti gli ingredienti e con uno spoon mescolare leggermente. Aggiungere del ghiaccio fino a riempire e mescolare nuovamente per qualche secondo. Versare il contenuto all’interno di una coppa che si ha precedentemente freddato.

 

ISPIRAZIONE:
Mamma Roma è un film del 1962 diretto da Pier Paolo Pasolini e interpretato da Anna Magnani. La periferia romana che fa da sfondo a questo capolavoro del cinema viene richiamata da VII Hills, gin che vuole celebrare, con la sua ricetta, le botaniche romane. Anna Magnani interpreta una donna che, una volta liberata dal proprio protettore, allestisce un carretto di verdura (per questo la garnish composta da un peel di carota, timo e germogli). Ha un figlio da crescere e cerca di indirizzarlo sulla buona strada, ma quest’ultimo, invaghito di una ragazza, inizia a cacciarsi nei guai. Un film con un finale amaro, che ci viene ricordato nel palato dal romano Amaro Formidabile.

 

 

 

 

a cura di Carlo Dutto

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.