Drink ispirati al cinema

29 gennaio 2020 | commenti: Commenta per primo |
Condividi con i tuoi amici:

Drink ispirati al cinema

Consigliati da grandi barman italiani ecco presentati tre inediti drink ispirati al cinema. Grandi registi e attori associati simpaticamente a particolari miscele.

 

photo by Alberto Blasetti e Andrea DiLorenzo

DRINK: SPIDEY PARKER
(ispirato al personaggio di SPIDER MAN nel film “Avengers: Endgame”, di Anthony e Joe Russo, 2019)

BARMAN: la crew de I MAESTRI DEL COCKTAIL

 

INGREDIENTI:

40 ml Mistrà Pallini
20 ml succo di lime
Fill di Gosling’s Ginger Beer

Drink ispirati al cinema

Ph BY Giovanna Di Lisciandro

Bicchiere: Tumbler alto (meglio se squadrato)
Garnish: chicco di caffè

PREPARAZIONE:
Versare direttamente nel bicchiere il lime juice, il Mistrà Pallini, riempire di ghiaccio fino all’orlo e versare la Gosling’s Ginger Beer. Mescolare con un cucchiaino da bar e servire.

ISPIRAZIONE:
Ricorda il compianto Stan Lee che l’idea dell’Uomo Ragno gli venne osservando una mosca camminare sul muro. Pensò a un ragazzino in grado di arrampicarsi ovunque. Giocando su queste caratteristiche e la giovane età, è nato ‘Spidey Parker’, rispettivamente soprannome e cognome dell’eroe. Un drink di bassa gradazione, che si richiama anche alla tradizione della ‘mosca’ nell’anice, il chicco di caffè.

 

Drink ispirati al cinemaDRINK: THE NEW POPE
(ispirato alla serie tv ‘The New Pope‘, di Paolo Sorrentino, 2019)

BARMAN: Simone Mina del Ch 18 87, il Cocktail bar dello storico ristorante Checchino dal 1887 di Roma

 

INGREDIENTI:

3 cl VII Hills Italian Dry Gin
3 cl Bitter Rouge Bianco
3 cl Vermouth Dry
Vaporizzazione di mancata sanctorum bitter (tintura di incenso)

Bicchiere: coppa Martini
Garnish: cipollina

 

PREPARAZIONE:
Con la tecnica dello stir&strain, versare tutti gli ingredienti in un mixing glass e colmare con ghiaccio a cubi. Quindi, mescolare con un barspoon e,   a raffreddamento e diluizione avvenuti, versare il drink in una coppa Martini precedentemente raffreddata. Vaporizzare la tintura d’incenso sul drink e guarnire con una cipollina sul bordo del bicchiere.

ISPIRAZIONE:
Questo cocktail rende omaggio a un grande twist del Negroni, nato nella capitale durante la Dolce Vita che risponde al nome di “Cardinale”. Giocando con gli ingredienti e il colore il pensiero va a un-twist-del-twist. La naturale evoluzione di un Cardinale è quella di diventar Papa, così il cocktail si sveste del color cardinalizio e assume il candido colore papale. Il bianco nel mondo dei drink equivale al trasparente e, giocando con i colori e il lessico dei cocktail, il cocktail “maschera” il Cardinale da Martini, rendendo anche omaggio alla serie di Paolo Sorrentino in uscita nel 2020, nella quale al Papa interpretato da Jude Law si aggiunge quello di John Malkovich. Chi è il Negroni e chi il Martini? A chi assaggia l’ardua scelta, nel frattempo l’augurio è di godersi questi due drink in uno, il “The New Pope”, che nasce nella Capitale.

 

DRINK: CIRCE
(ispirato al film “Odissea”, di Francesco Bertolini e Adolfo Padovan, 1911)

BARLADY: Carola Abrate de La Drogheria di Torino

 

INGREDIENTI:

5 cl VII Hills Italian Dry Gin
2,5 cl Americano Cocchi
1 cl Solerno
3 dash bitter al sedano

Bicchiere: coppa Tulipano

 

PREPARAZIONE:
La tecnica che viene utilizzata si chiama “throwing “ dall’inglese “to throw” (ossia versare , gettare), scelta per far sì che questo movimento possa sprigionare i sentori degli ingredienti utilizzati, il bouquet e la morbidezza del VII Hills Italian Dry Gin. Successivamente il drink viene versato in una coppa Tulipano e servito, dopo una spruzzata di olii essenziali di arancia, che donano una morbidezza in più.

ISPIRAZIONE:
L’ispirazione è stata data dal film muto del 1911 intitolato Odissea. Il film si ispira al racconto di Omero e mi ha successivamente ispirato, poiché venne realizzato in onore del 50esimo anniversario dell’Unità d’Italia al Salone Internazionale di Torino, la mia città natale. Circe vuole essere un drink ruffiano, delicato e ammaliatore, proprio come il personaggio che gli conferisce il nome.

 

 

 

 

 

a cura di Carlo Dutto

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.