Gli eventi virtuali di giugno da non perdere

26 maggio 2020 | commenti: Commenta per primo |
Condividi con i tuoi amici:

Nonostante il Coronavirus, non si rinuncia agli eventi… virtuali!

Vogliamo farcela, ci ripetiamo. Forse l’emergenza Coronavirus risultava una minaccia passeggera in inverno, quando la voglia di uscire rimaneva limitata e l’accattivante calore del caminetto e della stufa forniva una piacevole alternativa a qualunque svago mondano. Ma le giornate si accorciano, le temperature si alzano, e il desiderio di uscire a sentire il sole si fa sempre più forte. L’unica alternativa, in questo caso, sembrano essere gli eventi virtuali: e quest’estate ne promette tanti.

Interact Online

Si terrà il 3 giugno una conferenza a tema marketing e pubblicità, l’Interact, trasformato in Interact Online in occasione dell’emergenza.

L’esperienza raccoglie in sé alcuni dei principali brand mondiali – Coca Cola e Google sono solo la punta di diamante – e verranno organizzate delle conferenze e discussioni su varie tematiche di attualità.

Naturalmente si parlerà del virus, del suo impatto sulla nostra cultura e sul mondo finanziario e digitale; sarà possibile accedere tramite Engage, tramite il link messo a disposizione dal sito, previa registrazione. Sarà anche possibile prendere parte attiva alla discussione attraverso sondaggi portati avanti nella sua durata.

L’Interact è un programma europeo fondato sulla consegna di servizi e i programmi di cooperazione.

Biografilm Festival

Tra il 5 e il 15 giugno si terrà la sedicesima edizione del Biografilm Festival, solitamente localizzato nella città di Bologna. Il festival è specializzato naturalmente in film e corti di argomento biografico, storie ed eventi realmente vissuti e legati a singole figure.

L’evento metterà a disposizione film gratuiti in modalità online, a causa della chiusura dei cinema che è ancora in corso. Saranno in lingua originale, con a disposizione sottotitoli in italiano.

Sarà possibile seguire interviste video con gli autori del film, in un luogo d’eccezione: un monastero italiano, sperduto tra le colline. Tra i nomi che figureranno nella sua ricca lineup spicca la nostra Valentina Pedicini, con il suo Faith. Dagli Stati Uniti viene Dan Partland, con un’opera dedicata a Donald Trump, intitolata #Unfit – The Psychology of Donald J. Trump.

Sempre nostrano è invece Because Of My Body di Francesco Cannavà, dedicato alla ventenne Claudia. La ragazza, affetta da una forte disabilità, scopre il piacere sessuale da sempre negatole dal “Love Giver” Marco, una figura controversa e ai limiti della legalità. Danna Liu dalla Germania presenta Half Dream, documentario dedicato a tre studenti d’arte cinesi.

Infine, il Canada riscopre una delle principali figure letterarie dei nostri tempi, Margaret Atwood (autrice tra le altre cose del romanzo Il Racconto Dell’Ancella), con Margaret Atwood – A Word after a Word after a Word is Power di Nancy Lang e Peter Raymont.

E non potrebbe essere altrimenti con la guida e l’organizzazione di Leena Pasanen, direttrice del Biografilm Festival, attenta alla rappresentazione nel suo festival anche delle voci femminili. Nella speranza di poter tornare preso a sentirsi dal vivo: “Devo comunque sottolineare che sentiamo la mancanza del nostro pubblico”; dichiara la Pasanen “e speriamo di trovare il modo per incontrarlo fisicamente al più presto”.

Quella del BiograFilm è una decisione atipica per un grande festival: ne è una prova la decisione presa da Thierry Fremaux, delegato generale del Festival di Cannes, che dichiara l’annullamento dell’evento per impedire ai lavori dei grandi registi di “finire su un iPhone”.

Ma non tutti gli strati eleganti dei media sono dello stesso parere: la Settimana della Moda di Milano, per esempio, fissata tra il 14 e il 17 luglio, si terrà per la prima volta in modalità digitale.

A dichiararlo è la Camera Nazionale della Moda: l’evento, che si terrà completamente in streaming, metterà a disposizione interviste, tour del backstage ed eventi speciali. Sul sito cameramoda.it, oltre naturalmente ai canali social, sarà possibile seguire tutti gli eventi. Si potranno vedere le nuove collezioni, per l’estate e la primavera.

Burning Film Festival

Ai fan della musica farà invece piacere sentire che almeno uno dei grandi festival si terrà, seppur in maniera alternativa. Si tratta del Burning Man Festival, uno degli eventi musicali più amati e seguiti del mondo.

Stavolta avrà come tema “Multiverse”, affine alla modalità utilizzata per portare avanti l’evento: non ci sono date né modalità, ma tutte le testate sono in attesa di notizie sul tema. Infine, un pensiero anche per la comunità LGBT+.

L’annuale manifestazione del Pride che solitamente si tiene a Maggio è stata annullata senza rimostranze a causa dell’epidemia. Ma le organizzazioni di tutto il mondo entrano in contatto l’una con l’altra e organizzano un’occasione senza precedenti: un Global Pride, primo da sempre, che dovrebbe tenersi il 27 Giugno.

Una diretta streaming mondiale, che partirà da Australia e Nuova Zelanda e percorrerà tutto il mondo, ora dopo ora. Una celebrazione del senso di comunità, di universalità, che il Pride ha da sempre rappresentato, e che permetterà a chi ne avrà bisogno di seguirlo a partire da casa, nella privacy, anche in ambienti famigliari dove non sarebbe accettato.

di Maria Flaminia Zacchilli

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Forse potrebbe piacerti anche:

Nini, alchimie nel deserto del Nevada

 

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.