Feminism 2, Fiera dell’editoria delle Donne. Quando la parola è donna!

11 marzo 2019 | commenti: Commenta per primo |

Torna a Roma “Feminism”, la fiera dell’editoria delle donne. Dall’8 al 10 marzo, alla Casa internazionale delle Donne. Ingresso gratuito.

Per tre giorni, la Casa Internazionale delle Donne di Roma, nella suggestiva cornice dell’antico Palazzo del Buon Pastore, nel cuore di Trastevere, ospiterà per il secondo anno “Feminism”, l’importante manifestazione che mette al centro il mondo dell’editoria femminile.

La Fiera, l’unica in Italia, interamente dedicata all’editoria delle donne, vedrà la presenza di 70 case editrici e un centinaio, tra:  incontri, dibattiti e presentazioni.

Madrine d’eccezione dell’edizione di quest’anno saranno: la scrittrice Michela Murgia, la storica americana Max Dashu attivista femminista e fondatrice nel 1970 dei Suppressed Histories Archives e Vandana Shiva la teorica più nota dell’ecologia sociale, fisica quantistica ed economista militante ambientalista, che taglieranno il nastro alle ore 14.00 di venerdì 8 marzo.

Ricordiamo che la Casa internazionale delle donne è in stato di agitazione permanente col motto “La Casa Siamo Tutte”, per opporsi al provvedimento di sfratto richiesto dalla giunta capitolina.

Il tema declinato da Feminism 2 sarà “Passa le parole”, a rimarcare quanto i libri trasmettano saperi. Un modo per creare un dialogo aperto sul confronto di genere e culture.

Saranno tre i “Focus” di Feminism di quest’anno.

immagine Pixabay in CCO

Il primo, coordinato da Maria Vittoria Vittori, sarà dedicato all’editoria dell’infanzia e dell’adolescenza: “Piccole ribelli crescono” perché, come ha spiegato Anna Maria Crispino, direttrice della rivista Leggendaria e tra le organizzatrici dell’appuntamento: “È soprattutto alle donne di domani che bisogna trasmettere esperienze”. (Venerdì 8 marzo, ore 17:00, sala Tosi)

A seguire l’inaugurazione della mostra delle tavole illustrate dal libro “Lei, Vivien Maier” con Cinzia Ghigliano che spiegherà il rapporto tra testo e immagine.

Il secondo Focus, curato sempre da Anna Maria Crispino, sarà un’incursione nell’analisi dei linguaggi, dove le parole e i generi si amalgamano felicemente: il fumetto, le serie Tv e la graphic novel. “Laboratori dell’immaginario” perché, soprattutto attraverso i media più diffusi, si formano opinioni, culture e costumi. Titti Marrone affronterà il tema su la serie Tv da “L’amore molesto” di Elena Ferrante, mentre Simona Poidomani autrice di “Numeri e poesia”, racconterà la biografia illustrata di Ada Byron. (Sabato 9 marzo, ore 11:00, sala Tosi)

Il terzo Focus, curato da Stefania Vulterini in collaborazione con Isabella Peretti e Nadia Pizzuti e coordinato da Lidia Curti, sarà dedicato all’“Afrofuturismo femminista” e indagherà nell’immaginario narrativo, artistico o musicale i temi della differenza sessuale e di genere, della migrazione odierna e della devastazione del pianeta; con interventi di Maria Rosa Cutrufelli e Igiaba Scego e proiezioni di video artistici e clip afrofuturisti femministi e la cantante Karima 2G.

Infine, di grande attualità gli incontri tematici “Nutrimenti” curati da CLN (Concorso Lingua Madre) e SIL (Società Italiana delle Letterate), di cui sottolineiamo “Linguaggi dell’esperienza femminile – Disturbi alimentari, donne e scrittura dall’Unità al miracolo economico” di Francesca Calamita, per le edizioni Il Poligrafo e una tavola rotonda sul Femminismo digitale a cura de L’Iguana, in collaborazione con “Non Una Di Meno”.

Le belle sale della Casa Internazionale delle Donne, così come i suoi cortili e giardini ospiteranno decine di presentazioni ed eventi.

Tra i tanti appuntamenti presenti, solo per citarne alcuni:

Fonte: Pagina ufficiale Facebook “Casa Internazionale delle Donne”

Venerdì 8 marzo:

ore 19:00 Sala Tosi, Streghe e pagane. Le donne nella religione popolare europea” (Venexia Editrice) di Max Dashu. Interverrano l’autrice e Luciana Percovich, curatrice per Venexia editrice della collana “Le civette sagge”.

Sabato 9 marzo:

ore 15:00 Sala Caminetto, reading di Laura Garofoli dedicato a Tina Modotti, tratto dal volume “Tinissima. Vita e arte di Tina Modotti” (Nova Delphi Libri), di Elena Poniatowska. Presente Francesca Casafina, traduttrice del volume.

ore 16:00 Sala Giardino, “Versi vissuti. Poesie (1975-1990)” (Eum Edizioni Universita’ Di Macerata) di Edith Bruck. Con l’autrice interverranno Michela Meschini, curatrice del volume, Guendalina Di Sabatino, Presidente Centro di cultura delle donne Hanna Arendt, Teramo; Irene Giacobbe, Presidente Power and gender AFFI.

ore 19:00 Sala Giardino,Se il mondo torna uomo. Le donne e la regressione in Europa” (Edizioni Alegre) AA. VV., a cura di Lidia Cirillo. Interverranno Carlotta Cossutta, ricercatrice, tra le autrici del libro e Annalisa Camilli, giornalista di Internazionale.

Domenica 10 marzo:

ore 10:00 Sala Tosi, incontri tematici a cura di Concorso lingua madre e società italiana delle letterate dal titolo “NUTRIMENTI 2)AL CHIUSO. CUCINA, CARCERE, PATOLOGIA, CONFINI DI CIBO”. Condurrà Luisa Ricaldone, Presidente SIL.
Interverranno Daniela Finocchi, Ideatrice CLM, Adriana Chemello, Università di Padova. SIL, Valeria Gennero, Università di Bergamo-SIL, Margherita Giacobino, scrittrice, editrice–Sil.

ore 16:00 Sala Tosi, “Valerie Solanas. La biografia della donna che ha scritto SCUM (e ha sparato a Andy Warhol)” (Il Dito e la Luna) di Breanne Fahs. Interverranno Margherita Giacobino e Caterina Dietrich.

ore 17:00 Giardino della magnolia, Festa In Fiera con lo spettacolo “Drum Circle”, a cura di Carla Castagna, un modo innovativo di fare musica che prevede il coinvolgimento e la partecipazione diretta di tutto il pubblico.

La Fiera si concluderà con la presentazione del numero di Leggendaria  intitolato “La rabbia degli uomini e il protagonismo delle donne”. Saranno presenti, oltre alle autrici del fascicolo, la scrittrice Lidia Ravera,  la filosofa Antonella Fimiani e la giornalista Angela Azzaro.

La Fiera dell’editoria delle Donne vi aspetta venerdì 8 marzo, dalle 14:00 alle 20:00 e sabato 9 e domenica 10 marzo, dalle 10:00 alle 20:00, alla Casa Internazionale delle Donne, Via della Lungara, 19,Roma. Ingresso gratuito.

di Barbara Donzella

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

 

Giornata delle Malattie Rare 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.