National Geographic Festival delle Scienze. La Cause delle cose

11 aprile 2018 | commenti: Commenta per primo |

Il National Geographic a Roma all’Auditorium Parco della Musica dal 16 – 22 aprile 2018

«Felice è colui che ha potuto conoscere la causa delle cose.»  Virgilio

Roma, Auditorium Parco della Musica 10 04 18 Conferenza stampa di presentazione del Festival delle Scienze Intervengono: Luca Bergamo, Aurelio Regina, José Dosal, Vittorio Bo, Kathryn Fink, Fernando Ferroni e Andrea Zanini ©Fondazione Musica per Roma / foto Musacchio - Ianniello - Pasqualini

Roma, Auditorium Parco della Musica 10 04 18
Conferenza stampa di presentazione del Festival delle Scienze
Intervengono: Luca Bergamo, Aurelio Regina, José Dosal, Vittorio Bo, Kathryn Fink, Fernando Ferroni e Andrea Zanini
©Fondazione Musica per Roma / foto Musacchio – Ianniello – Pasqualini

National Geographic Festival delle Scienze. Si è tenuta ieri, 10 aprile, la conferenza di presentazione presso l’Auditorio Parco della Musica.

Dal 16 al 22 aprile un fitto programma con oltre 340 eventi, di cui più di 40 incontri con scienziati di livello internazionale, filosofi, ricercatori, innovatori, artisti e oltre 200 attività educational per bambini e ragazzi.

Il National Geographic Festival delle Scienze è realizzato insieme a molte Istituzioni e partner tra cui l’ASI – Agenzia Spaziale Italiana e l’INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Ha il  sostegno di Roma Capitale e del MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.  La collaborazione scientifica è a cura del CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche, dell’IIT – Istituto Italiano di Tecnologia, dell’INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica e dell’INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

Il programma del National Geographic Festival delle Scienze prevede la presenza a Roma di scienziati di livello internazionale, filosofi, storici della scienza, giornalisti, esperti. Con loro si parlerà di diritti umani, di viaggi, di intelligenza artificiale e dei misteri che si nascondono nelle profondità dei mari. Ma anche delle prospettive legate al futuro mondo dei robot, del rapporto tra letteratura e scienza e dell’avvento dei bitcoin.

Agli oltre quaranta appuntamenti del programma principale di Le cause delle cose si affiancano la mostra fotografica Sulle Tracce dei Ghiacciai – Alla ricerca del passato per un futuro sostenibile di Fabiano Ventura (promossa da Enel Green Power), la sezione Kids e il progetto Eureka! In Biblioteca.

immagine-festival delle scienze

Le quattro aree tematiche:

Terra e Ambiente

Un percorso per raccontare il passato e scoprire il futuro del nostro pianeta, che si apre idealmente con il viaggio nel tempo di Life e si chiude con la celebrazione dell’Earth Day. Costruita sulla base del lavoro del fotografo di National Geographic Frans Lanting, divisa in sette capitoli e con la partitura sinfonica di Philip Glass, Life: A Journey Through Time è un’opera che parla della creazione della vita, partendo dalla formazione della Terra e arrivando fino alla generazione dell’embrione. In programma martedì 17 aprile alle 21, nell’esecuzione del Parco della Musica Contemporanea Ensemble diretto da Tonino Battista. Il concerto sarà anticipato nella mattina dello stesso giorno (alle 11) da una lezione-spettacolo per ragazzi condotta da Frans Lanting e Tonino Battista. Quale futuro per la Terra? è invece il nome dell’appuntamento che la sera di domenica 22 aprile alle 21 chiuderà il Festival.

Tecnologia e realtà

Il filone in cui il National Geographic Festival delle Scienze 2018 indaga sulle relazioni causali nella tecnologia e nella realtà è uno dei più ricchi e articolati, sia per tematiche che per formati, con spettacoli, conferenze, incontri, proiezioni. L’approccio interdisciplinare della manifestazione è evidente nei due spettacoli Lights and Waves Rhapsody e Cosmic Groove: Luci e suoni dell’Universo, in programma rispettivamente lunedì 16 alle 21 e venerdì 20 aprile alle 21.15 in Sala Petrassi, in cui la divulgazione scientifica incontrerà la musica e l’arte.

Roma, Auditorium Parco della Musica 13 05 2017 Festival delle Scienze 2017 ©FONDAZIONE MUSICA PER ROMA / foto Musacchio & Ianniello

Roma, Auditorium Parco della Musica 13 05 2017
Festival delle Scienze 2017
©FONDAZIONE MUSICA PER ROMA / foto Musacchio & Ianniello

Società e legge

Nel 2011, a Tawakkol Karman fu assegnato il Premio Nobel per la Pace per la sua “battaglia non violenta a favore della sicurezza delle donne e del loro diritto alla piena partecipazione nell’opera di costruzione della pace”. Giovedì 19 aprile alle 21.30, introdotta dal direttore di SkyTG24 Sarah Varetto, l’attivista yemenita pronuncerà un atteso keynote speech sul tema dei diritti civili e sull’importanza di lottare per la libertà, intesa non come rinuncia ai propri doveri e alle proprie responsabilità, ma come garanzia di dignità e umanità per tutte le persone.

Pensiero e Creatività

Susan Rogers è la direttrice del Berklee Music Perception and Cognition Laboratory presso il Berklee College of Music e nella sua lunga carriera di ingegnere del suono ha lavorato in studio con artisti del calibro di Prince e David Byrne. Chrysta Bell è un’attrice, modella e musicista, famosa soprattutto per la collaborazione con il regista David Lynch. Sabato 21 aprile alle 12 saranno le protagoniste di un incontro in cui si esploreranno i rapporti tra causalità, creatività e musica, introdotto e moderato dal co-direttore del National Geographic Festival delle Scienze Vittorio Bo. La stessa sera, alle 21, è previsto il concerto di Chrysta Bell, in cui presenterà il nuovo EP.

Roma, Auditorium Parco della Musica11 05 2017 Festival delle Scienze ©Fondazione Musica per Roma / foto Musacchio & Ianniello

Roma, Auditorium Parco della Musica11 05 2017
Festival delle Scienze
©Fondazione Musica per Roma / foto Musacchio & Ianniello

Numerose le mostre e i laboratori per ragazzi.

Il National Geographic Festival delle Scienze è dislocato anche in molte delle Biblioteche di Roma con il progetto Eureka! La scienza in biblioteca. Ma anche al MAXXI e al Bioparco.

Qui il video trailer e gli spot:

https://we.tl/jCn9Rblq8N

https://www.youtube.com/watch?v=ZXXAVB8CbJ4

https://www.youtube.com/watch?v=V7kFwdzWdy8

a cura della redazione

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Le fotografie sono state concesse alla stampa dall’organizzazione del Festival

Crediti fotografici Musacchio&Iannello

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *