Festival dello sviluppo sostenibile

29 maggio 2019 | commenti: Commenta per primo |

Festival dello Sviluppo Sostenibile, terza edizione

E’ cominciata la  3° edizione del  promosso dall’, che si terrà dal 21 maggio al 6 giugno 2019 su tutto il territorio italiano.

Una moltitudine di convegni, seminari, workshop, mostre, spettacoli, eventi sportivi, presentazioni di libri, documentari collegati agli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

Tutte le iniziative  serviranno a coinvolgere tutta la società civile ed estendere la forza e la portata dei messaggi. La partecipazione a  questo Festival è sempre più e si tiene in un momento decisivo per il futuro del Paese e dell’Europa.

Rappresenta una tappa importante per sensibilizzare le istituzioni sulle sfide dell’Agenda 2030.  Per insistere affinché l’Unione Europea, l’Italia e i suoi territori mettano lo sviluppo sostenibile al centro delle proprie politiche. 

Il Festival rappresenta un’esperienza unica a livello internazionale, , iniziativa del Segretariato delle Nazioni Unite. 

I temi portanti dell’Agenda 2030 saranno affrontati in , dedicati ai temi chiave dello sviluppo sostenibile e ai diversi Obiettivi dell’Agenda 2030. Sono tutti organizzati dagli aderenti dell’Alleanza, con il contributo dei gruppi di lavoro dell’ASviS.
Molte le amministrazioni comunali che hanno deciso di  Numerose saranno le iniziative di valore culturale e simbolico. Sempre più forte è il coinvolgimento del mondo universitario, attraverso la collaborazione con gli oltre 60 Atenei della Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (Rus).

Il Festival 2019 lancia l’appello “” per invitare tutti a creare in prima persona un futuro migliore, alla cui costruzione tutti siamo chiamati a partecipare.

L’obiettivo è trasformare la crescente consapevolezza dell’insostenibilità dell’attuale modello di sviluppo, nonché dei ritardi di cui soffre l’Italia, in azioni “trasformative”, focalizzando il dibattito pubblico sui temi da cui dipende veramente il futuro del Paese.
Si tratta di incidere sulle decisioni della politica, delle aziende e delle amministrazioni pubbliche, rafforzando ulteriormente la rete di soggetti che hanno assunto lo sviluppo sostenibile come impegno concreto. L’obiettivo è anche quello di coinvolgere maggiormente i giovani attraverso le scuole, le università, gli istituti di formazione professionale, le associazioni e le organizzazioni dei giovani imprenditori.

Per tutti i 17 giorni del Festival dello Sviluppo Sostenibile, l’ASviS offre l’accesso gratuito al corso e-learning“L’Agenda 2030 e gli obiettivi di sviluppo sostenibile”.

Il corso che intende spiegare, con un linguaggio semplice e accessibile, i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs – Sustainable Development Goals), approvati nelsettembre 2015 dalle Nazioni Unite, che dovranno essere realizzati a livello globale entro il 2030.
Il corso si suddivide in 20 moduli per una durata complessiva di circa 3 ore. I primi tre moduli si propongono di offrire una visione d’insieme dell’Agenda 2030, delle strategie di implementazione e della misurazione degli obiettivi; i restanti moduli sono dedicati a ognuno dei 17 obiettivi. Contenuti didattici multimediali, esercizi interattivi e riferimenti all’attualità arricchiscono il percorso formativo per mostrare la rilevanza dell’Agenda 2030 nel contesto internazionale e nazionale, nonché nella quotidianità di ciascuno.

Il corso viene erogato in modalità asincrona, su una piattaforma che registra gli accessi e la frequenza, con la possibilità di usufruire di segnalibri ed help desk; al termine del corso verrà rilasciato il certificato di completamento dell’attività formativa.
Le credenziali che verranno fornite sono personali. La durata di utilizzo delle credenziali è 30 giorni.

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.