Festival di Danza Spagnola e Flamenco

9 gennaio 2019 | commenti: Commenta per primo |

Torna all’Auditorium di Roma dal 10 al 20 gennaio 2019

Sette appuntamenti per il festival che visto il successo e la grande richiesta, da biennale diventa ora annuale!

immagine Pixabay in CCO

Una programmazione fitta e coinvolgente con tanti eventi imperdibili, tra cui la prima assoluta di Deja Vu, venerdì 11, dedicata al flamenco della bailaora e coreografa sivigliana Belén Maya e la cantaora catalana Mayte Martín (alla chitarra Alejandro Hurtado e alla percussioni Chico Fargas).

Il mondo flamenco sarà ovviamente nel cuore delle rappresentazioni con la chitarrista Antonia Jiménez e il suo ensemble trio (canta Naike Ponce, percussioni con Nasrine Rahnami, balla Lucía Álvarez “La Piñona”)  in un concerto unico e poi domenica 20 con “Falla 3.0”, il concerto dei Camerata Flamenco Project  (piano Pablo Suárez, violoncello José Luis López, flauto e sax Ramiro Obedman, balla Anabel Veloso)  ispirata da El Amor Brujo di Manuel de Falla.

Tutti gli appuntamenti

La novità dell’edizione 2019 è la serata dedicata  più interessanti giovani talenti under 34 tra coreografi e danzatori emergenti della danza spagnola e del flamenco. Giovedì 17 si esibiranno Cristian Martín, Selene Muñoz , Albert Hernández Lledó e Irene Tena.

Altra prima assoluta con una nuova stella del flamenco Miguel Fernández “ El Yiyo” che con il fratello Ricardo Fernández “El Tete” porteranno in scena “A contratiempo” domenica 13

E ancora Emilio Ochando e il suo spettacolo “Siroco”, giovedì 10, impreziositi dai ballerini José Alarcón, Juan Berlanga, José Ángel Capel e Pedro Ramírez del Ballet Nacional de España  e poi  sabato 19 la compagnia di Jesús Carmona arriva a Roma dopo i successi ottenuti in tutto il mondo con “Ímpetu’s” con cui ha vinto il premio come miglior artista internazionale e miglior produzione internazionale agli ultimi Latin UK Awards.

Infine ci sarà un ciclo di titoli storici e moderni del cinema spagnolo per una panoramica della sua evoluzione da Antonio Ruiz Soler,  Carmen Amaya e Antonio Gades in un filo conduttore che ci porta così fino alle ultime tendenze.

Il Festival

Il Festival di Danza Spagnola e Flamenco è prodotto dalla Fondazione Musica per Roma con la direzione artistica di Roger Salas e la consulenza di David Lopez ed è realizzato con il sostegno del Ministero della Cultura spagnolo e dell’Ambasciata di Spagna a Roma.

Da quest’anno il festival gode anche del supporto della Comunità autonoma d’Andalusia,  l’ente amministrativo che è il massimo promotore mondiale di tutte le forme d’arte, tra cui naturalmente la danza spagnola e il flamenco.

di Lorenzo Sigillò

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

Ogni anno la stessa musica?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.