Alla scoperta del mitico gatto volpe!

26 giugno 2019 | commenti: Commenta per primo |

In Corsica, sulle tracce della specie del gatto volpe.

La notizia arriva dalla Francia, per la precisione dalla Corsica, dove gli addetti dell’ ONCFS, l’Ufficio Nazionale Francese per la Caccia e Natura Selvaggia (ONCFS) hanno catturato un esemplare vivente del Gatto Volpe!

Colore rosso, pelo liscio, orecchie larghe, baffi corti, coda con ciuffo nero finale e naturalmente canini ben sviluppati, le chat-renard o “ghjattu volpe” in dialetto corso, ad un veloce sguardo sembra proprio un gattone tradizionale, anche se lungo quasi un metro!

Amante della vita notturna, si dice che sia stato introdotto nell’Isola più di 8mila anni fa direttamente dal Medio Oriente.  Ne è ricca infatti la leggenda locale tra i pastori che hanno perso interi greggi di capre o galline.

L’ONCFS è stato incaricato di uno studio dedicato all’animale che potrebbe avere presto un riconoscimento scientifico ufficiale e per comprenderne abitudini alimentari e riproduttive.

Sono velocissime e sempre alla ricerca di acqua e di una buona copertura vegetale pertanto non sono facili da catturare.

Altre caratteristiche che lo identificano sono le strisce sugli arti anteriori e gli arti posteriori molto scuri, nonchè un pelo setoso e più denso rispetto ai gatti domestici, che rappresenta un repellente naturale contro i parassiti classico nemico dei gatti tradizionali. Il gatto volpe invece ha nell’aquila reale il suo acerrimo nemico.

a cura di Martino del Volo

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Guarda il video da Le Parisien

 

 

 

 

 

Forse potrebbe interessarti anche:

Come scegliere la pensione per cani e gatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.