Gianni Maritati, cultura, libri e territorio

23 aprile 2020 | commenti: Commenta per primo |
Condividi con i tuoi amici:

Intervista a Gianni Maritati,  Presidente dell’Associazione culturale Clemente Riva

 

ph. Aldo Marinelli – La Mia Ostia

Gianni Maritati è un giornalista Rai, uno scrittore  e Presidente dell’Associazione culturale Clemente Riva, nonchè Direttore della Festa del libro e della lettura di Ostia. Cura una Newsletter settimanale di arte, archeologia, cultura e spettacolo, “Prisma”.

Fra i suoi libri, “Cristiani contro. I grandi ‘dissidenti’ della letteratura italiana da Iacopone a Umberto Eco” (Tau 2017) ed “Emozioni su Topolino. Il mondo Disney e i suoi valori da Biancaneve a Oceania” (Apl 2017).

È Presidente onorario della Nazionale Italiana Poeti, ideatore e coordinatore dell’Ostia Liber Fest (Festival delle librerie di Ostia), inventore e direttore della pagina Facebook “OstiAnimazione”.

 

Lo incontriamo in occasione della Giornata Mondiale del Libro 

 

Ciao Gianni, in questa nostra intervista non possiamo prescindere dal periodo che stiamo vivendo quindi ti chiedo subito come stai passando questi giorni di emergenza sanitaria.

Alterno una settimana al lavoro (al Centro Rai Saxa Rubra) e una settimana in casa, con moglie e due figli. Sto abbastanza bene. Cerco di trarre motivazioni, insegnamenti ed energie positive anche da questo periodo così difficile e tormentato: l’importanza dei legami familiari, della concentrazione, della lettura. Cerco di vedere i migliori film e di ascoltare la migliore musica. Sto attento a seguire i programmi radio e tv più interessanti e formativi. Sfrutto al meglio le grandi potenzialità del computer e del cellulare.

 

Oggi Giovedì 23 aprile è la giornata mondiale del libro. Ci sarebbero state sicuramente tante manifestazioni per parlare di libri e di lettura. Lo faremo sicuramente noi durante questa intervista. Con i tuoi soci, sei l’ideatore della Festa del Libro e della Lettura di Ostia. Quest’anno avreste festeggiato nel marzo scorso il decennale della manifestazione, che si tiene tre volte l’anno. Come pensate di riorganizzarvi?

Lo faremo al più presto, appena ce lo consentiranno le condizioni generali dell’emergenza. Con i soci della “Clemente Riva”, l’associazione culturale di Ostia che promuove e organizza la Festa del Libro dal 2010, pensiamo ad un ritorno in grande stile: un evento multimediale che duri più dei due giorni canonici e che si svolga in più di una location. Inoltre vogliamo coinvolgere centinaia fra scrittori, poeti, artisti, fotografi, docenti, ricercatori ed esperti. Puntiamo soprattutto ai bambini (da sempre lettori forti), agli studenti e alle famiglie.

La lettura in questo periodo particolare è una compagna che può dare molto conforto a chi si sente solo. Ci sono attività state portando avanti come Associazione legate alla lettura e al libro?

Stiamo garantendo una più assidua presenza sui social, seguendo due direzioni di intervento. La prima è quella di sostenere i “messaggi” positivi sulla lettura e sulla cultura con like, condivisioni e commenti e di sostenere e rilanciare le tante iniziative digitali per lo sviluppo della lettura (dai fumetti online agli ebook). La seconda è quella di produrre contenuti nuovi soprattutto con foto e video: consigli di lettura, scambi di esperienze, indicazioni utili per gli amanti dei libri e della cultura in genere, visite virtuali alle risorse web che parlano di poesia e letteratura.

 

La sede principale delle vostre attività è la Chiesa di Santa Monica, importante punto di riferimento del quartiere di Ostia. Immagino che il mancato appuntamento della Festa del Libro si sia sentito tra coloro che numerosi partecipano ogni volta…

Sì da sempre ci “appoggiamo” al Salone multimediale della parrocchia di S.Monica, a parte un paio di volte che abbiamo organizzato la Festa all’aperto. I tantissimi frequentatori e gli affezionati sono rimasti delusi, ma hanno capito che non si poteva fare altrimenti purtroppo. Restiamo in contatto con loro attraverso la newsletter settimanale “Prisma”, il nostro Canale YouTube e le pagine web e Facebook dell’Associazione culturale Clemente Riva.

 

Che legame avete con la cittadinanza e le altre Associazioni del territorio?

Un legame ottimo e sempre fruttuoso. Collaboriamo con altre associazioni culturali, con il mondo dell’informazione locale e con tante realtà Onlus cui vanno le nostre raccolte fondi di solidarietà organizzate ad ogni Festa. I libri sono usati ma in ottime condizioni e tutti disponibili ad offerta libera.

 

Come vedi il futuro nei prossimi mesi, per l’Associazione e per il territorio in generale?

Bene, nonostante tutto. Ostia e tutto il Decimo Municipio di Roma ha tantissime idee ed energie, ha fame e bisogno di cultura, condivisione, socialità. In questi dieci anni la Festa del Libro e della Lettura di Ostia è diventata in questo senso un appuntamento prezioso, che attira tanti appassionati anche da altri quartieri di Roma e da altre città. La cultura, abbinata alla socialità e alla solidarietà, allarga gli orizzonti mentali e modella i valori del cittadino: fa davvero sperare di ricostruire da dentro, in modo nuovo, l’Italia del dopo-emergenza.

 

Grazie Gianni per la tua disponibilità. Un augurio grande a te e tutte le attività dell’Associazione che possa ripartire alla grande, una volta finita questa emergenza.

 

di Cristina Anichini

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

 

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.