La giovane Inghilterra che verrà

8 maggio 2019 | commenti: Commenta per primo |

Lo stanno facendo per i giovani?

Non è facile essere orgogliosi di questo Paese al momento. In realtà il mio orgoglio è sempre stato legato a Londra e non proprio all’intera Gran Bretagna, ad ogni modo ci sono sempre speranze, non è mai la fine del Mondo.

foto pixabay.com

Le speranze sono tutte legate ai giovani. Certo, una volta, in periodi di crisi politiche e sociali, le ondate giovanili ribelli inglesi, non solo ricreavano le speranze del popolo, ma poi comandavano la ribellione a livello (spesso) a livello mondiale.

 

Mods, skins, punks, glams, e più ve ne vengono in mente meglio capite cosa intendo, hanno lasciato un incredibile segno sulla cultura giovanile mondiale.

Ma oggi le stesse cose potrebbero accadere nuovamente?

Ho dei seri dubbi. La differenza con il passato? Certamente il fatto che i tempi sono cambiati. Più facile viaggiare, più semplice risolvere i propri problemi più che quelli generali. Nessuno si sente più obbligato a stare dentro i propri confini.

I politicanti e i demagoghi non l’hanno ancora capito e continuano a parlare di confini, regolamenti, bandiere, orgogli etc etc. I giovani, più pragmatici, intanto se ne vanno. In ogni angolo del Mondo, il loro confine è il Pianeta, non certo i limiti che pensano di decidere i Trump e i suoi simili.

di Massimo Usai

www.massimousai.co.uk

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Forse potrebbe interessarti anche…:

L’economia circolare? Ve la spieghiamo noi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.