Gnocchi di seppia

12 febbraio 2020 | commenti: Commenta per primo |

Gnocchi di seppia, centrifugato di broccolo romanesco, funghi pioppini

Veramente alternativa questa ricetta del nostro Chef Davide Sagliocco. A prima vista sembrano dei normali gnocchi…..ma sono di seppia !!! Una proposta ottima per una cena insolita ma gustosa.

Cosa ci serve per quattro persone
400 g di seppie pulite senza testa
200 g di albume
sale

Pepe

Per la crema di broccoli romanesco
Due broccoli romaneschi molto verdi

Olio extravergine di oliva
sale

Per i funghi pioppini
200 g di funghi pioppini
uno spicchio di aglio
olio extravergine di oliva
sale

Mettiamoci al lavoro

Frullate le seppie con l’albume con un mixer a immersione, aggiustate di sale e pepate. Mettete la crema di seppia ottenuta in una sac a poche.

Create degli gnocchi con la sac a poche, adagiateli delicatamente sopra uno strato di pellicola da cucina, in modo da non rovinarli e fateli cuocere in padella con due cucchiai di olio per circa cinque minuti circa. Riservare i tentacoli della seppia, che verranno bolliti per qualche minuti e poi scottati in padella.

Per la crema di broccoli romanesco
Fate dei ciuffetti con il broccolo romanesco, sbollentateli in acqua salata e raffreddate in acqua e ghiaccio, cosi facendo resteranno di un colore intenso. Frullate il tutto con un filo di olio, passate la crema con un piccolo setaccio per eliminare le fibre.

Per i funghi pioppini
Mondate i funghi pioppini scottateli in padella con un filo di olio extravergine di oliva e uno spicchio di aglio. Salate.

Finitura
Versare su un piatto fondo la crema di broccolo, adagiatevi sopra gli gnocchi precedentemente rosolati in una padella antiaderente, i tentacoli, completate con i funghi pioppini.

di Chef Davide Sagliocco

Fotografie di Carlo De Nino

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.