Gubbio: l’Albero di Natale più grande del mondo

5 dicembre 2018 | commenti: Commenta per primo |

Dal 7 dicembre al 13 gennaio 2019, a Gubbio, tornerà ad accendersi l’Albero di Natale più grande del mondo.

© Photostudio Gubbio

Avete già preparato l’albero di Natale e siete talmente orgogliosi da aver postato la foto sui vostri profili social e averlo condiviso su tutte le chat di whatsapp di cui fate parte, compresa quella dei vostri compagni delle medie?

Bene!!! Adesso potete rimuoverle!

Sì perché se credete che tutti gli altri alberi, tranne il vostro, siano come il compianto Spelacchio (R.I.P.), evidentemente non conoscete l’Albero di Natale di Gubbio, il più grande del mondo.

L’abete in questione è  frutto di un gruppo di volontari che, dal 1981, allestisce lungo il versante del monte Ingino, ai piedi del quale è situata la città di Gubbio, una gigantesca “creatura” luminosa, costituita da corpi illuminanti di vario tipo e colore.

L’effetto notturno è talmente suggestivo da sentirsi parte dell’installazione.  

L’Albero, segno universale di pace e fratellanza tra i popoli, è infatti entrato nel Guinness dei Primati dal 1991 ed ha una base di 450 metri che, partendo dalle mura della città medioevale, si inerpica per oltre 750 metri sulle pendici del monte Ingino, arrivando alla basilica del Patrono, sant’Ubaldo, posta sulla sommità della montagna.

La sagoma di colore verde è realizzata con oltre 300 punti luminosi, mentre il corpo centrale è creato, disseminando  la superficie di circa 130 mila metri quadrati (poco meno di 30 campi di calcio) con oltre 400 luci multicolore.

Sulla cima è installata una stella cometa di circa 1.000 metri quadri, disegnata da 250 punti luminosi.

L’immensa opera richiede circa 1.300 ore di lavoro per montare le luci, stendere i 7.500 metri di cavi elettrici e provvedere ai loro collegamenti, senza contare le altre 700 ore per la rimozione, manutenzione e rimessa in magazzino di quanto installato in precedenza.

La realizzazione di tutto questo è possibile con l’impegno della comunità e, soprattutto, dei suoi volontari, che prestano la propria opera in maniera assolutamente gratuita.

Il Comitato dei volontari è attualmente costituito da 53 soci, con un Consiglio di sette membri che ne coordina tutte le attività. Il socio più giovane è nato nel 1998, mentre il più grande nel 1928; segno concreto d’integrazione tra le generazioni.

Inoltre, a riprova dell’attenzione particolare per il rispetto dell’ambiente,  l’illuminazione dell’Albero di Natale più Grande del mondo è “green”, grazie a un impianto fotovoltaico installato sulla copertura della sede del Comitato, che copre buona parte del suo fabbisogno elettrico.

© Robi Roby

Il 7 dicembre, come da tradizione, l’Albero verrà acceso con una grande cerimonia che vedrà coinvolti anche sbandieratori, figuranti del corteo storico e musici, oltre alla presenza di testimonial del mondo delle istituzioni, della cultura e della scienza.

Per il giorno dell’inaugurazione, vi suggeriamo di arrivare in mattinata o primo pomeriggio, in modo da poter trovare parcheggio nelle aree gratuite, come la zona della Chiesa della Vittorina (zona conosciuta come luogo in cui San Francesco incontrò e ammansì il Lupo di Gubbio), a 500 metri dal centro di Gubbio.

La manifestazione inizierà alle ore 18:00, in Piazza 40 Martiri e culminerà con l’accensione dell’Albero da parte dei Piloti delle Frecce Tricolori.

© Gabriele Cardoni

L’opera verrà illuminata sino al 13 gennaio, ogni giorno, dal crepuscolo (ore 17,00 circa) fino alle 1,00 di notte.

E, quest’anno, a rendere ancora più spettacolare l’effetto ci penserà l’aggiunta della musica.

Lungo gli stradoni del Monte Ingino, a ridosso della Basilica di S.Ubaldo, sono state, infatti, installate alcune unità audio autonome in cima agli alberi  che – collegandosi simultaneamente ad internet e prelevando dalla sorgente remota musiche di Natale – li trasformeranno in “alberi musicali”,  rendendo la vostra passeggiata tra luci e musica, ancora più magica.

Infine, segnaliamo la bella iniziativa “ADOTTA UNA LUCE”, che con un piccolo contributo permette di adottare una luce e dedicarla  a qualcuno o per qualcosa a voi caro. Questa rimarrà accesa per tutto il periodo in cui l’Albero sarà illuminato.

Ora non vi resta che organizzare il vostro weekend a Gubbio e lasciarvi avvolgere da queste calde luci e dallo spirito natalizio (quello vero!).

di Barbara Donzella

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

 

La Prenotazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.