Il Dogo di Bordeaux (Viaggio nelle razze canine 20)

29 gennaio 2020 | commenti: Commenta per primo |
Condividi con i tuoi amici:

Il dogo di Bordeaux… dalla Francia con Amore

Il Dogo di Bordeaux (o Dogue de Bordeaux) ha un nome tipicamente francese, anche se  nella realtà sembra che la sua provenienza sia leggermente spostata verso la penisola iberica.

Si ritiene che il Dogo di Bordeaux  sia una razza derivata originariamente dagli Alani, i cani impiegati per la caccia e la guardia che accompagnavano gli Alani (popolazione proveniente dagli Urali), quando arrivarono in Spagna ed in Gallia durante l’Impero Romano.

Francese, ma non troppo!

Ed è proprio in Spagna che i cani Alani, molossi di grande taglia, vennero incrociati con cani autoctoni sempre di stazza imponente, e ne derivarono due distinte razze: il Dogo di Bordeaux, allora denominato Dogo di Aquitania,  e il Dogo di Burgos.

Si narra che il Dogo, oltre ad essere per  molti secoli utilizzato per  i combattimenti tra cani, venisse anche impiegato come traino per i carretti dei macellai di Bordeaux, proprio per la sua forza fisica fuori dalla norma.

Solo nel 1863  il Dogo di Aquitania venne ridenominato Dogo di Bordeaux, quando alcuni esemplari parteciparono con grande successo all’esposizione canina di Parigi. Rispetto a tutte le altre razze di Dogo, il Dogo  di Bordeaux si distingueva infatti per la possenza e la muscolatura, che lo resero di grande interesse per tutto il mondo  degli allevatori.

Gli allevatori ed i cinofili dell’epoca ebbero però molte difficoltà a stabilire gli standard della razza, e fu solo nel 1926 che si arrivò alla definizione delle caratteristiche fisiche del Dogo di Bordeaux.

La riproduzione del Dogo venne pressoché sospesa a causa della Seconda Guerra Mondiale, e si riprese ad allevare esemplari solo a partire dal 1972.

Oggi si può affermare che il Dogo di Bordeaux è allevato in varie aree geografiche, in particolare in Europa,  Stati Uniti, Africa ed Asia.

Un gigante buono

Nonostante l’aspetto serioso e la mole impressionante, il Dogo di Bordeaux è un ottimo cane di famiglia, adatto anche ai bambini, che naturalmente dovranno essere educati al rispetto del  cane, dei suoi spazi e delle sue esigenze (come del resto andrebbe fatto con tutti i cani che decidiamo di portare in famiglia).Un buon percorso educativo fin da quando è cucciolo, renderà il vostro Dogo un membro della famiglia affidabile e collaborativo.

Amante delle coccole e della compagnia, può diventare protettivo se sente che un suo familiare umano è in pericolo, e quindi,  vista la sua potenza muscolare, è opportuno valutarne accuratamente l’adozione se non si ha la necessaria prestanza fisica per riuscire a contenerlo in ogni situazione.

Cane dal carattere generalmente mite e riflessivo, anche i maschi raramente sono competitivi o litigiosi con altri cani maschi. Come la maggior parte dei molossi, patisce particolarmente la solitudine e la scarsa partecipazione alla vita famigliare.

Spesso non sono particolarmente veloci e interessati all’addestramento in cui devono eseguire comandi a ripetizione, prediligendo attività di collaborazione e condivisione.

Specie in giovane età, sono cani sensibili e occorre accompagnarli nell’adolescenza per evitare che la timidezza si trasformi in diffidenza e timore.

Occhio alla bilancia!

Il Dogo di Bordeaux maschio può arrivare a pesare oltre 50 kg (per un’altezza al garrese di 60-68 cm) e la femmina oltre 45 kg (per un’altezza al garrese di 58-66 cm). Per mantenerlo in forma ha necessità di più passeggiate al giorno e di una dieta equilibrata.

Tra le principali patologie il Dogo può essere affetto da displasia dell’anca e del gomito, da entropion (una malattia dell’occhio) e da disturbi cardiaci.

Da quando iniziano a camminare, fino all’età adulta, è importante prevenire eccessivo sforzo a carico dell’apparato scheletrico: la crescita fisica di questi cani avviene molto rapidamente, nel primo anno e mezzo di vita, per quanto lo sviluppo non sia completo prima dei 3 anni. Questo comporta grande stress per le articolazioni.

Una buona profilassi, a base di condro-protettori, ed una alimentazione mirata a supportare questa impegnativa fase di crescita, è essenziale per garantire all’organismo tutto l’aiuto necessario a completare la crescita nel modo migliore.

Naturalmente va prestata attenzione all’eccessivo movimento dopo i pasti, per scongiurare il rischio della torsione dello stomaco.

di Elena Cannella e Francesca Maculan

Le immagini Pixabay appaiono in Creative Commons CC0

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

RICHIESTA DI ADOZIONE!

Queste sono le principali informazioni che possiamo darvi sulla razza Dogo di Bordeaux, e sicuramente altre ne troverete in rete.

Quello che però in rete non troverete è la storia di Kenya (v. foto a lato e in basso), una splendida Doga in cerca di famiglia.

Ve la vogliamo presentare, sperando che questo nostro piccolo contributo la aiuti a realizzare il suo sogno di essere accolta, amata e protetta come merita.

La bellissima Kenya cerca famiglia! E’ una femmina di dogue de Bordeaux, ha 8 anni e mezzo, portati splendidamente: eco cardio effettuato nel mese di gennaio 2020, esami del sangue gennaio 2020 a posto, chippata, vaccinata e microchippata. 

Taglia contenuta, circa 38 kg, abituata in casa (non sporca e non distrugge niente), compatibile con altri cani tranquilli, non testata con gatti e adatta anche a famiglie con bambini.

E’ una cagnolina tranquilla, sicura anche in ambiente sconosciuto, capace di andare al guinzaglio… insomma, un cane d’oro!

Purtroppo molte persone rinunciano a lei per via della sua età, ma speriamo che prima o poi qualcuno riesca ad andare oltre questa cosa.

Si trova in provincia di Brescia e si affida previ controlli e firma moduli. Non facciamo staffette, occorre venire a prenderla.

Già sterilizzata.

Inviare mail di presentazione a liberamentecinofilia@hotmail.com

E’ adottabile al centro e nord.

 

foto di Kenya © di Francesca Maculan

Scopri il nostro viaggio nelle razze canine:

Lo Schnauzer medio, un adorabile buffone (Viaggio nelle razze canine 19)

Il Bulldog Inglese (Viaggio nelle razze canine 18)

Il Bracco Italiano (Viaggio nelle razze canine 17)

Dogo Argentino (Viaggio nelle razze canine 16)

Podenco Canario (viaggio nelle razze canine 15)

Labrador Retriever (viaggio nelle razze canine 14)

Siberian husky e adozione (viaggio nelle razze canine 13)

Pit bull e adozione (viaggio nelle razze canine 12)

Setter inglese (viaggio nelle razze canine 11)

Boxer (viaggio nelle razze canine 10)

Cane d’acqua portoghese (viaggio nelle razze canine 9)

Lagotto romagnolo (viaggio nelle razze canine 8)

Akita (viaggio nelle razze canine 7)

Cocker Spaniel Inglese (viaggio nelle razze canine 6)

Pastore Maremmano Abruzzese (viaggio nelle razze canine 5)

Il Barboncino (viaggio nelle razze canine 4)

Il bassotto ( …viaggio nelle razze canine 3)

Border Collie (continua il nostro Viaggio tra le Razze Canine)

LE RAZZE CANINE, IL NOSTRO FOCUS

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.