Il gioco per i bambini

25 marzo 2020 | commenti: Commenta per primo |

L’importanza del gioco per i bambini

 

Il gioco, seppur un momento ludico, è molto importante per lo sviluppo del bambino. Si inizia spesso già nei primi mesi. Basta pensare a quando un neonato si porta le manine e i piedini alla bocca o quando resta attonito meravigliato a vedere i pupazzetti o i carillon messi nella culla.

Il gioco è una dimensione fondamentale per i bambini, una tappa essenziale per favorire un corretto sviluppo cognitivo oltre che un mezzo di comunicazione ed espressione di sé, dei propri gusti e della propria personalità.

Attraverso il gioco il bambino oltre a conoscere se stesso conosce ciò che lo circonda, l’ambiente esterno ed impara a socializzare. E’ molto importante infatti dare la possibilità al proprio bambino di poter giocare con gli altri bambini anche se hanno un’ età diversa e non sono sempre coetanei.

L’importante è regalare al proprio bambino la possibilità di confrontarsi con gli altri durante il gioco anche fuori le attività scolastiche. Sarebbe corretto anche dargli la possibilità di “sbagliare” o “bisticciare” senza troppo mettersi in mezzo nelle liti. Proprio per dargli l’occasione di iniziare a formare il proprio carattere e imparare a renderlo autonomo fin da piccolino e a cavarsela da solo nelle situazioni.

Fino ai 5-6 anni il gioco è fondamentale e anche le attività sportive dovrebbero avere una base fortemente ludica, lasciando lo pseudo-agonismo dalle elementari in poi.

Fino ai 3 anni in realtà i bambini non riescono a giocare insieme ma in realtà fanno la stessa attività uno di fianco all’altro e anche se sembra che interagiscono non è cosi. Al massimo si scambiano gli oggetti in quello che gli esperti definiscono “un gioco in parallelo”.

Anche i giochi didattici sono molto importanti per i bambini.

Per esempio il gioco delle “quattro forme” da inserire in un cubo di legno, può tenere impegnato il bambino anche mesi che giornalmente ci prova e continua finche non arriva al compimento della figura.

E’ importante prediligere la semplicità e non dare al bambino dei giochi troppo strutturati che si stuferà subito di fare. Invece regalargli dei giochi semplici con i quali troverà diversi modi per giocare e mille possibilità di diverso intrattenimento, scoprendoli in nuove occasioni e diversi ruoli da poter fare ogni giorno.

Infine molto importante sono i giochi all’aperto, come nascondino e acchiapparella. E’ necessario anche dargli la possibilità  di correre in modo tale da poter far uscire la loro energia e di scaricare la loro aggressività in modo sano.

Giocare con i genitori è bellissimo e chiaro però che bisogna alternare i momenti in cui si gioca con il bambino ad altri in cui lo si lascia giocare in autonomia in modo tale da potergli insegnare anche a stare solo.

Oriana Orlandi

 

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.