Lampada di sale. I benefici

20 luglio 2020 | commenti: Commenta per primo |
Condividi con i tuoi amici:

Tutti i benefici della lampada di sale

La lampada di sale dell’Himalaya oltre ad essere un soprammobile carino ed elegante è anche un oggetto molto utile per il nostro benessere. Infatti oltre a risultare gradevole da vedere è in grado di produrre degli ioni negativi che purificano l’aria ma i benefici non finiscono qui.

Le lampade di sale sono eccezionali deumidificatori naturali che conferiscono al nostro ambiente tutta una serie di benefici tra cui:  donano benessere dando vita ad un ambiente rilassante immettendo nell’aria energia positiva, rafforzano il sistema immunitario, favoriscono la creatività, favoriscono la respirazione e infine proteggono anche l’ambiente dalle onde elettromagnetiche, come quelle emesse dagli smartphone.

La lampada generalmente è costituita da una lastra di cloruro di sodio, ovvero di sale, che ha un colore rosato per via della presenza di ossido di ferro. L’oggetto risulta essere  rilassante, ed è uno dei motivi che la rende un oggetto di arredamento interessante, in grado di aggiungere un tocco in più a un angolo di casa o all’ufficio. Grazie alla forma unica ogni lampada è differente ed è bellissima, anche da spenta.

Le lampade di sale dell’Himalaya sono in grado di resistere a lungo nel tempo, tuttavia non deve essere messa in un ambiente dove ci sia molta umidità ; infatti, in una circostanza simile la lampada potrebbe tendere a sciogliersi o rovinarsi.

Non esistono controindicazioni per la salute. Tuttavia è importante fare attenzione a dove desideriamo posizionare la nostra lampada perché potrebbe rovinare la superficie dei mobili in legno.

Se volete acquistarle non sono difficili da trovare . Si possono acquistare nelle erboristerie, nei negozi di salute e benessere, nei mercatini, negli shop online o nei grandi negozi per gli articoli di casa.

Oriana Orlandi

Fotografie da Pixabay

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Condividi con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.