Mentalismo: o si domina o si è dominati

18 dicembre 2019 | commenti: 1 |

Mentalismo, politica e società: “make money not friends”!

Dal Black Friday alla corsa per i regali di Natale è una questione senza soluzioni del nostro tempo: è la società capitalista che rende l’individuo così materiale oppure è l’indole umana ad aver reso così capitalista la società?

Nonostante l’illusione dello spirito natalizio, in questo periodo sembra allontanarsi sempre più la sensibilità dell’uomo nei confronti del prossimo, in luogo del guadagno più sfrenato e ci vogliamo domandare se siamo veramente noi ad essere così.

Non vi daremo risposte, ma motivi per ragionare.

Socialismo contro Capitalismo?

Questa discussione spesso si trasforma in qualcosa di politico, dove la sinistra si scontra con la destra, il socialismo con il capitalismo, ma la verità di questa deriva sociale dov’è?

Quello che si può notare è che, considerando il mondo della comunicazione, siamo tutti i giorni invasi da lavaggi del cervello, PNL, comunicazione visiva e comportamentale atta a condizionare le nostre azioni al fine del guadagno in termini economici o di potere (ed a volte le cose vanno di pari passo), con l’instillamento che sia l’indole umana ad essere prevaricatrice sul prossimo.

Anche perché, aspetto da non sottovalutare, le tecniche di persuasione e condizionamento mentale si conoscono ormai da tempo (ne sono maestri gli illusionisti), ma se ne parla molto poco, non sembr esserci una vera spinta a rendere consapevole il prossimo dei meccanismi mentali che, sia chiaro, ci governano.

Così ci viene da pensare che lasciare il prossimo ignorante in materia, aiuti a prevaricarlo e dominarlo, facendo pendere la bilancia, riprendendo la dicotomia iniziale, sul fatto che siamo noi a rendere capitalista la società.

Ma siamo sempre stati così?

A chi pensa che il passato sia stato migliore ricordiamo che i romani dicevano “Panem et circensem”, ed addirittura che come mezzi di distrazione di massa esistevano luoghi truci e violenti come il Colosseo, quindi in realtà ci siamo per fortuna evoluti da quei tempi, ma la voglia di prevaricare il prossimo è costante, non vi sembra?

Insomma forse dobbiamo accettare il fatto che anche l’essere umano, proprio come gli animali, rispetta le leggi di natura e la selezione naturale, ossia il più forte va avanti, proprio come accade in questa società.

Che ne pensate?

di Francesco Raucci

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione del testo, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche

Le immagini Pixabay appaiono in Creative Commons CC0

Forse potrebbe interessarti anche:

Estinzione delle specie: stiamo distruggendo la Terra?

1 commento

  • Ornella ha detto:

    Grazie Francesco, articolo interessantissimo, è la terza volta che torno a leggerlo. Spero ne scriverai altri. Ciao Ornella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.