Musica! Non si tocca

21 novembre 2018 | commenti: Commenta per primo |

La Musica non si tocca !!

 

Sembra una minaccia, e da un certo punto di vista mi piacerebbe lo fosse, ma per altre ragioni, e non in relazione a cio’ che intendo in questa prima puntata di questa nuova rubrica.

Letteralmente non si puo’ toccare. E’ un arte astratta.

E’ nell’aria che si muove e si espande, e ci provoca sensazioni altissime e percepibili come fossero palpabili, insomma le viviamo come fossero visibili e tangibili.

Ci tocca , ma non si fa toccare se non dalle mani di chi suona uno strumento, ma per lasciar andare nell’aria il risultato… il suono. La musica e’ l’arte dei suoni e gli strumenti la sua voce.

Questo concetto e’ uno dei primi che cerco di spiegare ai miei allievi e a chi si approccia allo studio della musica attraverso uno strumento, qualunque esso sia.

Chi fa musica, soprattutto se insieme ad altri musicisti ha bisogno di immaginari codici, soprattutto spazio temporali, la musica si sviluppa in uno spazio, l’aria, e in un tempo, e questo tempo non coincide col nostro tempo convenzionale.

E’ un “ pronti partenza e via “ che sfrutta regole matematiche con risultati emozionali.

Ok ok prima regola da seguire e’: via la noia e quindi non mi dilungo.

Con questo primo articolo, io che non sono un giornalista, ma un musicista in trincea, si da il LA (n.d.r.) ad una serie di appuntamenti mensili che ruotano intorno a tanti aspetti di quest’arte, dal confronto con le nuove tecnologie all’approccio tradizionale, sottolineando come per me questo e’ un arricchimento delle possiblita’.

Lo spazio da cui partono queste argomentazioni in questo caso e’ reale e fisico, la location la Social Music School, struttura nata qui nel nostro quartiere con la volonta’ di colmare un vuoto, e di appagare una necessita’ che sento viva nei confronti della cultura in generale e quindi anche della musica qui tra Roma e il mare.

Ho voluto stimolare la possibilita’ di cercare di vedere cio’ che e’ invisibile ai nostri occhi, ma non alle nostre orecchie e che la nostra sensibilita’ sente come presente ogni volta che un suono, una melodia, un ritmo si affaccia e ci cattura trasportandoci in uno spazio e in un tempo che si affianca al nostro quotidiano.

Un tempo che magicamente ci ha legato a se. Vi e’ mai capitato di ascoltare una melodia in compagnia di qualcuno?

Vi e’ mai capitato di scoprirvi a canticchiare il momento piu’ significativo di quella melodia dopo tot tempo, ma nello stesso istante di chi era in vostra compagnia?

Come e’ possibile? Magia!

 

La Musica non si tocca !!

 

di Francesco Valente

Direttore Artistico della Social Music School

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.