Nasi in Fuga 2020, si riparte

5 febbraio 2020 | commenti: Commenta per primo |

Da gennaio 2020 è ripartita l’avventura dei Nasi in Fuga

E’ passato qualche mese, e finalmente riprendiamo i nostri allenamenti di mantrailing sociale presso il rifugio di Quintomondo Animalisti Volontari Onlus.

Tante cose sono cambiate in queste settimane, ed alcuni dei nostri mantrailers sono stati adottati. Primo tra tutti Amleto, che è andato a casa con Chiara. Chiara è stata per circa un anno educatrice volontaria presso il rifugio di Quintomondo, e da subito si è innamorata di Amleto.

Intelligente, con un ottimo carattere e con grande competenze sociali, Amleto è veramente un cane eccezionale. Nemmeno a dire quanto sia bravo nel mantrailing… per lui ogni cosa è facile ed affronta con disinvoltura qualunque sfida.

Il primo training dell’anno

Ma torniamo a noi. La giornata è bellissima, e non vediamo l’ora di iniziare il nostro training. Si parte con Stella, tra tutti la più anziana di età e la più esperta nelle attività sportive. E’ ben contenta di riprendere la ricerca di persone, e difatti riesce perfettamente senza difficoltà.

Stella è un po’ la mia spina nel fianco, e veramente vorrei vederla in una bella casa e in una cuccia calda nella quale affrontare meglio i
doloretti della vecchiaia. L’ho adottata a distanza alcuni mesi fa, ma sono consapevole quanto il mio piccolo contributo sia solo una goccia nel mare delle difficoltà del rifugio, che deve continuamente affrontare spese impreviste e situazioni di emergenza.

Da Paul Jack (russell) al nostro pastore maremmano Merlino

Arriva poi Paul Jack, il jack russell, abbandonato in rifugio dalla sua famiglia. Non ci sono commenti per questo, e viste le grandi capacità di Paul, la sua dolcezza infinita e la grande voglia di giocare che, nonostante tutto, ancora ha, non può che arrivare presto la sua seconda occasione. Se la merita davvero tutta!

Merlino, ormai pronto ad andare nella sua nuova famiglia, si gode quest’ultima mattina di allenamento. Pur essendo un derivato di pastore maremmano, ha una grande attitudine alla ricerca olfattiva e nulla da invidiare ai cani da caccia.

Chi lo sa se, una volta adottato, conserverà la memoria di queste domeniche trascorse insieme, con applausi per le sue tracce e per i ritrovamenti dei figuranti.

I ‘Brangelina’ del Rifugio!

Ed ora il red carpet per la coppia d’oro del rifugio, i Brad e Angelina di Quintomondo: Annamaria, bella come il sole, e Leonida, davvero un tipo speciale. Bravi tutti e due, nonostante sia passato tanto tempo dall’ultimo allenamento.

Annamaria, che fino a un anno fa era terrorizzata da tutto, vive ormai il mantrailing come un’opportunità per conoscere il mondo e le persone. Non ha paura di raggiungere il figurante anche sconosciuto, non più! Leonida è bravo tanto quanto lei, e dimostra di sapersi concentrare anche se gli stimoli esterni sono tanti e fastidiosi.

Nina l’esordiente

Finito il gruppo dei “grandi”, diamo spazio anche a Nina, che fino ad ora non aveva mai provato ad allenarsi. Nina è un derivato siberian husky, con una tempra altissima, tipica delle razze nordiche.

Ci stupisce con la sua docilità nel momento in cui la vestiamo con la pettorina della quale non sembra affatto infastidita, e comprende subito quanto sia divertente il gioco della “fuga” che le proponiamo.

Bravissima davvero la nostra esordiente!!! Finisce la mattina, e siamo tutti stanchissimi.

I ringraziamenti dei Nasi in Fuga

Dedico ancora qualche parola alle persone che mi aiutano nella realizzazione di “Nasi in fuga”: Dana mia collega educatrice che attraversa il mondo per venire ad aiutarmi, nonostante i tantissimi impegni lavorativi e familiari; Marisa la presidente di Quintomondo che rende possibile la realizzazione di questo mio sogno; Monia, volontaria dell’associazione, che partecipa sempre con entusiasmo e con grandissimo amore per questi cani.

In ultimo, non posso non parlare di Alessandro e Sara, i figli di Monia, che hanno rispettivamente 17 e 15 anni, e che si sono buttati a capofitto in questa nostra avventura di mantrailing in canile.

Sara mi ha raccontato di essere un’animalista fin da quando era solo una bambina e combatteva già per la tutela degli animali maltrattati. E’ proprio vero, sono questi nostri ragazzi, così consapevoli e coraggiosi, che salveranno il mondo! E il nostro Quintomondo prima di tutto!!!

testi e foto di Elena Cannella

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Forse ti piacerà anche:

I gioco di naso dei “Nasi in Fuga”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.