Ok, Ci Sei! Un progetto salvavita

11 luglio 2018 | commenti: Commenta per primo |

A Navacchio, vicino Pisa, è stata pensata e sviluppata l’app Ok, ci sei! per controllare che i bambini siano a scuola (e non in macchina)

Ok ci sei! è un’applicazione salvavita che nasce a Navacchio, in provincia di Pisa. Consente di gestire le presenze dei bambini negli asili nido e notifica ai genitori i bambini eventualmente rimasti in macchina.

 

I motivi alla base dell’app

Si chiamano amnesie dissociative quelle che possono portare un genitore a dimenticarsi completamente di avere il proprio figlio sul sedile posteriore della macchina. Oberati dagli impegni, dalle scadenze, un po’ tutti rischiano di bypassare completamente delle azioni che possono rivelarsi fatali. Come per esempio quella di accompagnare i figli a scuola.

È lo stesso tragico incidente avvenuto alla piccola Gaia Onida, nel 2016, deceduta per ipertermia dopo essere stata accidentalmente dimenticata in auto a Vada (Livorno). Alla piccola è stata dedicata l’omonima associazione. I genitori di Gaia hanno dato vita a un’associazione che a seguito delle ulteriori tragiche storie di questo tipo, con la collaborazione di due startup – “Ok, ci sei!”, appunto, e inTouch S.r.l., specializzata nello sviluppo di software – e del Polo tecnologico di Navacchio, vuole portare la prevenzione di questo fenomeno ad una fase successiva.

Ok, Ci Sei! Un progetto salvavita

Segnalare ed evitare

Principalmente l’app dà la possibilità di gestire le presenze dei bambini negli asili nido, come già detto, attraverso un registro informatico simile a quelli già in uso in alcune scuole del nostro Paese. Un sistema Nfc (Near Field Communication) poi segnala se il bimbo risulta assente tra le 9:30 e le 10:00. A questo punto  invia email e sms a entrambi i genitori collegati al sistema, qualora l’assenza, ovviamente, sia ingiustificata. In questo modo sarà impossibile per un genitore dimenticare di aver portato un figlio a scuola, e così si potrebbe davvero pensare di salvare delle vite.

 

Un giorno il pieno utilizzo, si spera

Ok, ci sei! è stato sperimentato e ha ottenuto un pieno successo già in due asili nido nel vicino comune di Rosignano Marittimo a Livorno da dicembre 2017. La promessa è quella di estendere la copertura del servizio anche in altri istituti e non solo in Toscana. InTouch srl sta studiando proprio la creazione di un software e un’app mobile che danno la possibilità di gestire le comunicazioni da remoto. Sperando che con la diffusione e la sensibilizzazione di questo progetto non ci siano più tragiche dimenticanze.

di Simona Gitto

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.