Plastica, pensare senza

26 dicembre 2018 | commenti: Commenta per primo |

Come cominciare ad eliminare la plastica dal nostro quotidiano

Plastica, un nemico da combattere. Da molti anni sappiamo che i nostri consumi sono fuori controllo. Siamo però giunti ormai ad un punto senza ritorno e ognuno nel proprio piccolo ha ormai il dovere di porre attenzione a come e cosa consuma.

Questa settimana invece di parlare di cucina e proporvi qualche ricetta vogliamo cominciare  una piccola opera di sensibilizzazione verso un tema importante.

Oltre ad una corretta alimentazione, bisogna essere attenti agli involucri con cui gli alimenti sono venduti. Troppa ne viene utilizzata e troppa plastica non smaltita e non riciclata finisce nei nostri mari, nei nostri territori e di conseguenza sulle nostre tavole e nei nostri corpi.

In edicola in questi giorni la rivista Internazionale ne parla. L’inquinamento da materie plastiche è uno dei grandi problemi del nostro tempo.

Sembra che liberarcene non sarà facile, ma dobbiamo cominciare a farlo da subito evitando i contenitori monouso, le cannucce, i bicchieri, i piatti e le posate in plastica.

TabletRoma si unisce all’impegno di Slow Food Roma per lanciare delle campagne plastic free e seguirà nel 2019 tutte le iniziative si sensibilizzazione su questo tema.

Come consumatori, oltre che informatori, abbiamo un grande potere e attraverso i nostri consumi possiamo farci sentire.

 

a cura della redazione

 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale, senza autorizzazione scritta è vietata. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.